Sabato 26 novembre, nel privè Fra Noi del Cromie, si terrà una serata nella serata con due ospiti d’eccellenza: il dj Tuccillo e 00Zicky. Quest’ultimo artista ha abbandonato il suo ruolo da speaker  per diventare un bravo dj che si esibisce nelle migliori consolle del mondo e ideatore del progetto itinerante Club 1.

Prima di cambiare il tuo nome d’arte in 00Zicky eri il celebre vocalist/animatore Zicky il giullare. Com’è nata questa tua scelta di passare dal microfono ai giradischi?
Ho sempre coltivato la mia passione per la musica in tutte le sue forme: seguendo le uscite discografiche e le nuove tendenze. Ho sempre avuto chiaro, nella mia mente, il genere ed il sound che avrei proposto nel caso mi fossi trovato dietro i piatti. Così quando si è presentata l’opportunità di proporre la mia musica e di aprire la serata a Joy Kitikonti, in occasione di alcuni tour in Colombia e Sud America, diventare dj è stato un passaggio naturale.

Perché “00” davanti al tuo nome?
Semplicemente perché mi piace come suonano le 3 zeta

Tu, come anche il dj Tuccillo, che si esibirà con te nel Fra Noi, dall’Italia ti sei trasferito ad Ibiza. Sebbene nel clubbing si sia portati a girovagare, si può parlare di fuga di cervelli?
Io in realtà vivo in Italia, anche se durante l’estate trascorro nell’isola periodi abbastanza lunghi. Per chiunque voglia proporre nuove idee, stili o testare nuovi format di party, sicuramente Ibiza è il posto giusto, poiché grazie ad un pubblico internazionale la ricettività verso il nuovo è decisamente più alta. Quindi diciamo che non si tratta di una vera e propria fuga di cervelli, quanto piuttosto dell’ambiente adatto per valutare il reale impatto di nuovi progetti di clubbing, da importare in altri luoghi, come in Italia, ad esempio.

Nell’Isla, sei il dj resident del famoso Club One. Qual è il motivo del successo di questo progetto?
Il successo del Club1 è legato probabilmente al suo stesso concept: è una crew allargata, nel senso che tutti i dj produttori e gli addetti ai lavori coinvolti, credono fortemente nel progetto, nell’importanza di avere qualità musicale, senza dimenticare però il vero senso di ciò che facciamo, cioè far divertire il pubblico. Nel progetto Club1, le menti siamo io, per la parte artistica e Raf, per tutto ciò che rientra nell’ambito delle pubbliche relazioni e delle collaborazioni; ci completiamo a vicenda. In pochi mesi è diventato una realtà di successo a Milano e a Torino, organizza eventi in Puglia, come sabato 26 al Cromie e presto arriverà a Roma ed in altre zone d’Italia.

Nell’Isla si sente parlare di movida pugliese?
Ad ibiza si parla molto di questa terra e soprattutto del Salento, considerato da qualche anno, insieme a Riccione, il punto di riferimento della movida italiana.
Intervista 00Zicky a cura di Valter Cirillo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto − tredici =