Sabato 3 dicembre il Cromie di Castellaneta Marina (TA) ospiterà l’Apulia Reggae Festival, nella quale si esibiranno i Sud Sound System e i Ghetto Eden. A seguire si terrà il Live Dancehall Show, curato musicalmente dal dj Papa Leu, componente della famosa crew salentina.

Com’è nata la tua collaborazione con il Sud Sound System?
Da più di dieci anni collaboro con loro, come dj nei vari tour in dancehall style e come chitarrista nella Bag a Riddim Band. Il debutto discografico, insieme a Rankin’ Lele, è stato nel 2000 nella raccolta “Salento Show Case” e negli ultimi anni sono impegnato negli studi del Sud Sound System per le varie produzioni.

Qual è secondo te il punto di forza di questo gruppo, che nonostante il tempo è sempre presente nel panorama musicale italiano?
La versatilità dei cantanti che su tutti i ritmi riescono a interpretare al meglio il vasto bagaglio culturale; ed anche la disponibilità a collaborare non solo con artisti affermati ma anche con gruppi emergenti

I Sud Sound System ci tengono molto a far crescere i talenti del loro territorio: i Ghetto Eden ne sono una testimonianza. Com’è avvenuta la selezione di questo gruppo piuttosto che un altro?
Non è una selezione, secondo me, ma un passo naturale della vita;  quando un gruppo è convinto di portar avanti il messaggio di unione del reggae, come coltivato dal Sud Sound System in 20 anni di storia, troverà sempre massimo rispetto negli studi del Sud Sound System come Studio One in Jamaica.

L’Apulia Reggae Festival è un progetto ambizioso, in quanto mira a ricreare un importante punto di incontro per gli amanti di questo genere musicale, che a differenza dell’estate, in inverno non hanno grandi eventi a loro dedicati. Secondo te a cosa è dovuto questo fenomeno?
Perché  il Salento è considerato la Jamaica d’Italia  per i tanti big party estivi oramai popolati da tutti i maggiori sound system, artisti del panorama reggae internazionale e da tutti gli amanti del genere, quindi un promoter preferisce organizzare un evento d’estate piuttosto che invernale per mancanza di pubblico. Quindi spero che l’ Apulia Reggae Festival sia un punto di partenza per una programmazione invernale ricca di nomi internazionali e promuovere gruppi emergenti in grado di alimentare sempre di più l’amore per questo genere – conscious style ” no bad man”!!!

Il Cromie, dopo i concerti dei Sud Sound Sistem e dei Ghetto Eden si trasformerà in una grande Dancehall, di cui tu sarai il direttore. Che musica proporrai nel tuo dj set?
Tutto ciò che riguarda la cultura musicale reggae:  dai più classici ritmi jamaicani alle nuove produzioni salentine. Bless up! 
Intervista a Papa Leu a cura di Valter Cirillo

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 1 =