Nuova operazione della Polizia Penitenziaria di Lecce contro l’introduzione nelle carceri di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di domenica 6 novembre, infatti, gli agenti hanno arrestato il trentacinquenne Rodolfo Vetrari, originario di Roma, già detenuto in espiazione

pena detentiva, in quanto resosi responsabile della introduzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente del tipo “hashish” all’interno della Casa Circondariale di Borgo S.Nicola.
Il 35enne, aveva beneficiato di un permesso premio, e sarebbe dovuto rientrare in Istituto alle ore 10.00 di domenica, ma, proprio per eludere eventuali controlli più approfonditi, si è presentato al posto di blocco dell’Istituto Penitenziario sin dalle 7.30 del mattino.
Questo, però, non ha impedito ai “baschi azzurri”, che già da tempo monitoravano i contatti interni del Vetrari, di scoprirlo, anche grazie all’ unità cinofili appartenenti al distaccamento regionale di Trani. L’uomo è stato trovato in possesso di 10 grammi di hashish, suddivisi in due parti a loro volta protetti da involucri in plastica.
Per il 35enne scattava così l’arresto per violazione della legge stupefacenti aggravata dall’aver commesso il fatto in ambiente penitenziario e posto a disposizione della locale Procura della Repubblica presso il Tribunale.