Per evitare code e lunghe attese nei locali della Camera di Commercio, si rammenta che per l’iscrizione al Registro delle Imprese dell’indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) non è necessario il preventivo ritiro della firma digitale, che comporta la presenza fisica dei legali rappresentanti delle società soggette all’obbligo di comunicazione presso gli sportelli del Registro delle Imprese.

Attraverso l’applicativo Comunica Starweb, infatti, è sempre possibile la presentazione della pratica da parte del professionista incaricato dal legale rappresentante della società, così come previsto dalla Legge 350/2003. La pratica in tal caso non necessita della firma digitale del legale rappresentante, ma va firmata dal professionista incaricato con la propria firma digitale. Si ricorda che, così come previsto dalla legge, tale adempimento non è soggetto a diritti di segreteria e ad imposta di bollo.

La Camera di Commercio di Lecce, in previsione della scadenza stabilita per il prossimo 29 novembre, ha da diverso tempo potenziato il servizio reso agli imprenditori salentini aprendo complessivamente 8 sportelli (6 a Lecce e 2 nella sede distaccata di Casarano) in luogo dei 3 abituali. Negli ultimi cinque giorni, con l’approssimarsi del termine ultimo per la comunicazione della Pec, gli uffici del Registro delle Imprese hanno ricevuto circa 2mila 500 comunicazioni in via telematica e centinaia di presentazioni allo sportello. L’obbligo è previsto per tutte le imprese costituitesi in forma societaria. In provincia di Lecce esistono 23mila 320 società, ma solo 5mila 422 (il 23%) hanno finora comunicato il proprio indirizzo Pec. All’appello mancano circa 18mila aziende.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre − 1 =