E’ partito ieri il ciclo di incontri tra la nuova Giunta di Confindustria Lecce e le Istituzioni cittadine sul tema “La responsabilità sociale ed economica delle imprese”, con l’obiettivo di avviare un percorso di conoscenza reciproca e di proficua collaborazione per la crescita e lo sviluppo territoriali.

Il primo appuntamento su “Accertamenti, prevenzione e collaborazione” si è tenuto presso la sede sociale ed ha visto protagonista il neo Comandante della Guardia di Finanza Vincenzo Di Rella, il quale ha illustrato le attività del Corpo.

“Con la Giunta – ha detto il presidente Piernicola Leone de Castris – abbiamo inteso avviare un dialogo costruttivo con tutte le Istituzioni per cercare di rimettere l’impresa al centro dell’azione comune. In un periodo delicato come quello attuale, le imprese hanno bisogno delle migliori condizioni per operare e del sostegno da parte di tutti”.

Dopo aver ringraziato il Comandante Di Rella per la disponibilità, Leone de Castris, nell’introdurre l’appuntamento, ha spiegato che “conoscere meglio il quadro di riferimento nel quale le imprese devono muoversi consente di ridurre al minimo l’errore e, soprattutto, permette di avere un approccio più sereno nelle varie fasi delle verifiche”.

“In ogni caso – ha concluso il presidente – il rispetto della legge, la legalità, l’etica sono principi fondamentali a cui ogni imprenditore deve ispirarsi nel proprio quotidiano, soprattutto, se ha scelto di aderire a Confindustria, sottoscrivendone il Codice di comportamento”.

Molti i punti affrontati dal Comandante Di Rella nel corso dell’incontro – dibattito, nel quale ha potuto evidenziare co me è cambiata l’operatività della Guardia di Finanza nel corso degli anni. Se in un primo tempo aveva il compito di tutelare le entrate dello Stato, con le ultime novità legislative, ha assunto il ruolo di Polizia economica e finanziaria, ampliando il proprio raggio di azione anche al controllo delle uscite. La Guardia di Finanza collabora infatti con la Corte dei Conti, compie verifiche sul corretto utilizzo dei Fondi Comunitari, su ogni fonte di finanziamento nazionale ed europea. Provvede, altresì, alla tutela del mercato dei capitali, oltre a costituire il nucleo fondamentale dello Stato per la lotta all’evasione fiscale. Proprio su questo fronte il Comandante ha spiegato le modalità con cui viene attuata la verifica ispettiva, momento principe dell’attività del Corpo dello Stato.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette − 5 =