Foto Andrea Stella“Anche questo anno scolastico è partito in salita per i lavoratori ex LSU della provincia di Lecce, in forza presso le scuole del territorio salentino. Sembra essere diventata una pessima tradizione quella dei ritardi nel pagamento del lavoro che, con grande responsabilità, queste donne e questi uomini

continuano nonostante tutto a svolgere regolarmente.” Lo comunica in una nota, l’on. Teresa Bellanova.
“Così come è diventato tradizionale, purtroppo, lo “smarrimento” dei fondi nei labirinti amministrativi. Gli stessi lavoratori, dato l’accumularsi dei giorni di ritardo, hanno chiesto spiegazioni in merito e sembrerebbe che dall’Ufficio Scolastico Regionale abbiano asserito che quei fondi siano stati già stanziati. Questa notizia, però, sembrerebbe essere in contrasto con quanto affermano le aziende facenti parte dei diversi Consorzi le quali, invece, asseriscono di vantare ancora ingenti crediti nei confronti del MIUR. Fatto sta che a farne le spese continuano ad essere questi lavoratori e le loro famiglie, ripiombati nel tunnel della disperazione economica.
Per questi motivi ho deciso di rivolgere un’interrogazione parlamentare ai Ministri del Lavoro e dell’Istruzione, per sapere in che modo intendano intervenire per risolvere, una volta per tutte, un disagio che purtroppo si manifesta e si consuma ogni anno sulla pelle dei lavoratori e delle loro famiglie.
E per sapere, inoltre, se i Ministri interrogati, visto che si parla di risorse pubbliche, non intendano attivarsi con ogni misura utile per rendere più chiara la tracciabilità delle risorse stanziate a favore di questi lavoratori”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.