Il movimento “La Puglia per Vendola” crede fortemente nello strumento delle primarie e per la scelta del candidato a Sindaco di Lecce punta, con convinzione, su Carlo Salvemini.
“La Città vuole il cambiamento al governo di Palazzo Carafa e attende di essere coinvolta subito nelle scelte del centrosinistra. Un cambiamento radicale nelle scelte, nei metodi che le determinano e negli uomini che le rappresentano”. 

Lo ha dichiarato il Presidente regionale del movimento Sebastiano Leo a conclusione della riunione del coordinamento provinciale di Lecce.

“Siamo convinti – prosegue il Presidente Leo –  che Carlo Salvemini possa dare un contributo importante al lavoro che ci attende ed essere guida autorevole e credibile della svolta che tutta la Comunità attende. Da anni è impegnato in politica per la sua Città con coraggio, dedizione e coerenza, caratteristiche queste di rottura e che possono senz’altro consentire a Lecce città capoluogo di essere interprete di un processo di rilancio politico, ma anche culturale ed economico”.   

“Le elezioni amministrative di Lecce – aggiunge ancora Leo – saranno uno degli appuntamenti elettorali più importanti della prossima primavera per il centro sinistra pugliese. E questo ci chiama tutti ad un impegno straordinario, mettendo in campo tutte le forze e le energie di cui la coalizione dispone. Dobbiamo ripartire, senza perdere più tempo, proprio dalle primarie poiché, soprattutto in un momento di crisi e di sfiducia generale come quello che viviamo, la scelta del Candidato Sindaco va condivisa con la Comunità e generata attraverso un processo di partecipazione democratica autentico”.

“Tocca ora al centrosinistra – conclude il Presidente della “Puglia per Vendola”– fissare data e modalità di svolgimento. Ripartire dalle primarie, costruendo con esse anche la base programmatica migliore da consegnare al Candidato Sindaco che le vincerà, ci consentirà di diventare davvero l’alternativa più credibile per il Governo della Città di Lecce”.