Foto Andrea StellaSceglievano di rapinare appartamenti in palazzi con studi professionali, per avere maggiore libertà di movimento e non destare sospetti. Ma mentre mettevano a segno l’ennesimo colpo, sono stati però sorpresi dall’arrivo della polizia e sono scattate le manette per due georgiani

, Beso Isiani, di 25 anni, e Letodiani Giocha, di 27 anni, entrambi residenti a Bari.

I due, erano già pedinati da alcuni giorni dagli agenti di polizia, cioè da quando il 25enne era stato deferito all’Autorità Giudiziaria perchè ritenuto responsabile di due furti commessi nei giorni scorsi, e questa mattina sono stati intercettati mentre tentavano di svaligiare un appartamento al quarto piano di un palazzo, in via Salvatore Grande, al civico 15. Alla vista della polizia, i due stranieri hanno tentato di dileguarsi sul tetto, ma il palazzo era circondato e i due ladri in trasferta sono stati bloccati. I due, però, avevano già danneggiato la serratura di un appartamento e oscurato lo spioncino della porta dell’appartamento adiacente, con della carta argentata, per questo motivo sono stati arrestati. Nell’operazione sono stati sequestrati un cacciavite, i cellulari e un pacchetto di sigarette, dal quale manca la cartina interna, utilizzata per otturare gli spioncini degli appartamenti del pianerottolo.

Altri analoghi episodi di furto sono ora al vaglio degli inquirenti per verificare se sia possibile attribuirne la responsabilità agli odierni arrestati.
Gli investigatori, infatti, ritengono che i due arrestati facciano parte di un’associazione dedita alla commissione di furti in appartamento con base nella provincia di Bari, operando in varie città d’Italia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × due =