Foto Antonio CastelluzzoEbbene sì. Lecce è una delle città ansiogene. Lo ha rilevato una classifica stilata da Lidap Onlus (Lega italiana contro i disturbi d’ansia, da agorafobia e da attacchi di panico).

L’associazione ha condotto un’indagine durata quasi 2 anni, chiedendo a oltre 3.500 cittadini in tutta la Penisola di elencare i 10 fattori che più scatenano ansia e Lecce è risultata essere una delle città italiane con più rischio di disturbi d’ansia e attacchi di panico, al pari delle grandi città come Roma, Napoli e Milano. Le cause sono associate allo stress urbano: dal traffico alla ricerca del parcheggio, dalla confusione sui mezzi pubblici alla loro totale disorganizzazione. Dalla ricerca – riassume una nota – emerge che “chi vive nei grandi centri urbani è sottoposto a un numero maggiore di stimoli legati all’ansia”, mentre “i residenti nei piccoli comuni non indicano all’interno delle 10 condizioni” richieste “nessuna causa d’ansia legata al territorio”. La Lidap riporta quindi la classifica dei primi 50 Comuni dove il rischio di ansia legato alla città è più elevato: Roma, Napoli, Milano, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Salerno, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Cagliari, Foggia, Rimini, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce e Ravenna. I dati completi saranno presentati il 26 novembre a Roma, nella sala conferenze dell’ospedale Sandro Pertini.