Un 37enne è rimasto ferito durante una battuta di caccia nei pressi del boschetto di contrada Bernardini – Agnano, nella periferia di Nardò. È accaduto domenica mattina, quando l’uomo, impegnato in una battuta insieme a due amici, è stato ferito accidentalmente

da uno di loro che aveva mirato a colpire una quaglia che si alzava in volo da un cespuglio.  L’uomo è stato colpito dai pallini esplosi dal fucile al braccio e alla gamba destra. Soccorso prontamente dagli amici, è stato portato all’ospedale di Nardò dove  è stato giudicato guaribile in 18 giorni.

Il cacciatore responsabile dell’incidente, D.P. quarantenne di Nardò, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per lesioni colpose.  Inoltre al 40enne è stata ritirata la licenza per porto di fucile, insieme a tre armi legalmente detenute, un fucile semiautomatico, un fucile sovrapposto e uno monocanna di fabbricazione artigianale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 − due =