Foto Antonio CastelluzzoTorna a rivivere un pezzetto del centro di Lecce che negli ultimi due anni giaceva nascosto da una serie di pannelli arancioni di Leo Costruzioni, la ditta che si è incaricata di costruire un nuovo palazzo su progetto dello studio di ingegneria Giancane, là dove vi era prima il vecchio edificio che ospitava la farmacia De Marco, la gioielleria Lavinia e una serie di appartamenti.

Da pochi giorni infatti, si sono conclusi i lavori per la costruzione del nuovo edificio e finalmente i leccesi hanno potuto vedere cosa si celava dietro i teli e i pannelli che per lungo tempo avevano destato una certa curiosità.
Si riqualifica quindi lo spazio urbano tra via Felice Cavallotti e via Salvatore Trinchese con una struttura moderna, dalla facciata bianca che però si inserisce perfettamente in quell’angolo della città che ospita anche la scuola Cesare Battisti e l’edificio sotto il quale si trova il negozio di abbigliamento Zara.
La struttura rispetto alla precedente vanta una sicurezza e una qualità delle più innovative ma anche un impatto visivo molto gradevole e più dinamico, rispetto ai lastroni di marmo che un tempo costeggiavano la facciata.
Sono 600 mq di superficie, dislocati su otto piani, di cui tre interrati e cinque visibili. Due di questi – il primo e il piano terra – sono già destinati ad attività commerciali: Terranova infatti, ha già annunciato la prossima apertura e anche la gioielleria Lavinia tornerà al suo posto dopo due anni trascorsi in via Nazario Sauro. I piani più in alto saranno invece destinati come appartamenti.
Ora non resta che attendere l’inaugurazione dell’edificio che è diventato un degno ingresso alla parte più moderna del centro cittadino, su quella via che Foto Antonio Castelluzzoospita sia il nuovo che il vecchio, e che nel contempo sembra non essere fuori luogo né dall’una né dall’altra parte, come un punto d’incontro tra due epoche diverse.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.