Giovedì 24 novembre al Black Betty è la volta dei Playontape.
I Playontape si sono formati nel corso del 2009, nell’estremo sud-est italico. La costante attività live ne ha fatto una promettente realtà apprezzata da pubblico e critica.

Tra l’estate e l’autunno del 2010, mentre il sole arroventava l’asfalto, la band si è chiusa in studio presso i Laboratori Musicali di Surbo (LE), per realizzare l’LP di esordio; il mastering è stato eseguito presso il Massive Art Studio di Milano, sotto la supervisione di Alberto Cutolo.
La partecipazione a Italia Wave Love Festival 2011, oltre a sancire la valenza del progetto, ha fatto lievitare sempre di più l’interesse del mondo musicale verso la band. Hanno condiviso il palco fra gli altri con i Diaframma e The Niro.
Durante la serata al Black Betty presenteranno il nuovo disco  A PLACE TO HIDE.
“A Place to Hide” è il primo lavoro in studio dei Playontape prodotto da La Rivolta Records e promosso da SUM Project. Il disco rappresenta l’esordio per la band e per l’etichetta La Rivolta Records, giovane realtà discografica nata con l’intento di promuovere e diffondere un’idea di musica che sfugga ai canoni tradizionali. Da qui la scelta di esordire con licenza Creative Commons (tema da sempre caro anche a SUM), per permettere una migliore circolazione della musica, tutelando appieno i diritti dell’autore e mantenendo un alto livello di qualità e professionalità.
“A Place to Hide” è un album denso e intenso, che ondeggia tra new wave e post-punk, impreziosito da suggestioni sonore e vocali e da una forte carica emozionale. Il disco è ricercato ed elegante, ma al tempo stesso istintivo e immediato nelle composizioni. La voce dai toni cupi si fonde con chitarre a volte acide e rumorose, a volte eteree e raffinate, creando ragnatele dalle quali è impossibile non farsi avvolgere, mentre la sezione ritmica scandisce il fluire delle immagini trasfigurate dalle parole tra liquide cavalcate oniriche e poderosi muri di suono.

Line up: Luca Attanasio (alias Alan Whickers, voce e synth), William Buscicchio
(basso), Giusep- pe Muci (chitarra) e Paolo Del Vitto (batteria)

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 4 =