Il km97 ospita gli *Ocean* e il loro debutto discografico, l’album d’esordio “*Il fiore che mai ritroverò*” un disco dall’armonia semplice e disarmante, con giri di chitarre stile scuola Gallagheriana e una voce, quella del frontman del gruppo, che riesce a trasmettere tutto il coraggio della buona musica italiana.

La musica del progetto Ocean fonde un taglio artistico ispirato al più classico e mai dimenticato Pop Inglese, quasi d’altri tempi, ad un soft rock più melodico che richiama sonorità dai percorsi ritmici sonico-testuali di facile interpretazione. Meno arzigogolata di tante altre la musica marchiata Ocean viene definita *d’impatto diretto*, con un sound acustico quasi malinconico si lascia ascoltare molto facilmente. La struttura dei brani viene arricchita da suoni non convenzionali di batteria che s’incontrano con dolci e onirici arrangiamenti di pianoforte , creando una miscela dallo spirito creativo e umano dal clima sognante. I due musicisti vogliono proporsi sulla scena musicale italiana senza fronzoli o compromessi, dando spazio a quei sentimenti che, al giorno d’oggi quasi dimenticati, celiamo nell’animo per paura di soffrire, liberandoli incontrastati davanti ad un oceano di emozioni.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.