L’Amministrazione Comunale di Cavallino, con il consenso dell’intero Consiglio Comunale e delle forze di minoranza, adotta seri e importanti provvedimenti per combattere il randagismo. A questo scopo nei giorni scorsi ha stipulato un protocollo d’intesa con l’Associazione “Nuova Lara”

attraverso il quale ha previsto una serie di interventi, tutti di notevole importanza, per contrastare un fenomeno che, purtroppo, ha superato ogni livello di tollerabilità.
La situazione attuale, infatti, vede la presenza di circa 50 randagi sul territorio comunale. Un numero che, malgrado le numerose sterilizzazioni già operate, non tende a diminuire a causa soprattutto dell’incivile atto dell’abbandono. A ciò si aggiunge che in aumento sono anche i casi registrati di maltrattamenti. Da non sottovalutare è poi il fatto che i Comuni, e quindi tra essi anche quello di Cavallino, pagano ai canili convenzionati somme crescenti e rilevanti per il mantenimento a vita dei cani accalappiati, facendo così gravare sui bilanci comunali i costi relativi agli interventi di pronto soccorso dovuti a morsicature e incidenti stradali causati da cani vaganti, incluse le spese legali per contenziosi. Alla luce di ciò, ed in considerazione che sul territorio comunale è presente e opera attivamente da diverso tempo in questo settore l’Associazione “Nuova Lara”, l’Amministrazione Comunale ha inteso stipulare con essa, e di concerto con la Asl Le/1, un protocollo d’intesa per portare a compimento un programma di ridimensionamento del problema del randagismo, della salvaguardia degli animali e in particolare dei cani.
Tra gli interventi da operare di concerto tra Comune, Asl Le/1 e Associazione “Nuova Lara” ci sono la rilevazione della stima della popolazione canina randagia e vagante sul territorio, una campagna di educazione ambientale nelle scuole di ogni ordine e grado, l’attivazione dell’anagrafe canina informatizzata, mediante identificazione con i microchip, l’attivazione di una campagna di sterilizzazione definitiva (chirurgica) dei cani randagi, dei cani collettivi, dei cani detenuti nei canili convenzionati, operazioni di cattura, custodia e controllo pre e post-operatorio, operazione di sterilizzazione dei cani. Tra i compiti della Asl Le/1 ci sono la fornitura gratuita dei microchip (fino ad esaurimento delle scorte) e le operazioni di anagrafe. Tra gli impegni di “Nuova Lara” c’è il controllo che ogni intervento sui cani del territorio venga valutato di concerto tra sindaco, associazione e Asl, pianificare il controllo della nascite a favore di categorie identificate, verificare le sterilizzazioni di tutte le femmine date in adozione nei canili, garantire la sterilizzazione gratuita delle femmine adottate, sia da cuccioli, sia dai canili, sia dall’Associazione, organizzare corsi d’informazione e di aggiornamento relativamente alla tematica degli animali e dei problemi ad essi connessi e mettere a disposizione il ricovero dei cani nei giorni successivi ad interventi chirurgici.
Soddisfazione è espressa dall’assessore all’Igiene e Sanità Cosimo De Riccardis: «L’Amministrazione guidata dal Sindaco Michele Lombardi – dichiara – si dimostra ancora una volta attenta ad un problema non trascurabile per la collettività e, soprattutto, coerente con un programma di intervento in questo settore. Dopo aver ripreso l’ordinanza del 2010 che prevede misure contro chi sporca con i propri cani per le vie cittadine, ora è tempo di occuparsi di un fenomeno, quello del randagismo, che se da un lato rappresenta un pericolo per i cittadini, dall’altro è lesivo per i diritti e la dignità dell’animale stesso. Una città civile come Cavallino non poteva non rispondere favorevolmente alla richiesta di sottoscrizione di questo protocollo d’intesa, sui cui punti da esso previsti sarà mia cura essere attivamente presente».

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − 4 =