Ancora rapine nella Provincia di Lecce. Nel mirino dei malviventi, questa volta, sono finite la tabaccheria di via Corsica a San Donato ed il Penny Market di Salice Salentino.

Nel primo caso, i malviventi, armati di pistole e con il volto travisato, sono entrati in azione intorno alle 17, terrorizzando la figlia 21enne della proprietaria, che è stata spintonata per terra.  Sotto la minaccia dell’arma, i banditi si sono impossessati del denaro che si trovava nel registratore della  cassa e delle schede telefoniche. Arraffato il bottino, ancora in corso di quantificazione, ma che dovrebbe oscillare sui 2500 euro, i malviventi hanno guadagnato l’uscita , dove ad attenderli c’era un complice alla guida di un furgone.  Sull’accaduto indagano  i Carabinieri di San Cesario e i colleghi del Norm di Lecce.

L’altro colpo, invece, i banditi lo hanno portato a termine a Salice Salentino, ai danni del supermarket “Penny Market”, sito sulla strada che conduce a Guagnano. Intorno alle 19, quattro rapinatori, tutti col volto coperto, di cui uno armato di pistola, hanno ripulito le casse del supermercato, prima di fuggire a bordo di una Lancia Dedra.

Anche in questo caso, le indagini sono state avviate dai carabinieri.