Da sinistra: Riccardo Rella e Ezio SarcinellaRiceviamo e pubblichiamo integralmente una lettera del padre del trekking nel Salento, Riccardo Rella, indirizzata al Ministero dei Beni Culturali, in merito all’abbandono del Dolmen Sarcinella di Nociglia

“Con nota del 18-08-2005  prot. 13795, codesta Soprintendenza, nella persona del funzionario responsabile, dott.ssa M.Gorgoglione, attestò, a firma del soprintendente dott. Giuseppe Andreassi, l’importanza della antichissima testimonianza megalitica riportata in oggetto, scoperta dal nostro socio, il prof. Ezio Sarcinella in territorio di Surano il giorno 13-03-2005 ed al suo nome, doverosamente, da noi, dedicata.
In data 24 novembre 2008 chiedemmo, rispettosamente, alla Soprintendenza di Taranto, al fine della divulgazione del prezioso manufatto, di farci sapere con quali riferimenti, tale struttura dolmenica, è stata censita tra i monumenti megalitici del nostro Salento e quali provvedimenti siano stati adottati al fine della sua migliore tutela e conservazione.
Con nostro sempre maggiore disappunto, a distanza, dapprima di un anno ed ora, dopo ulteriori 2 anni, nessuna risposta ci è pervenuta.
Si rende noto che il Dolmen in questione si trova, attualmente, abbandonato a se stesso ed in condizioni veramente precarie, aggravate dalla progressiva crescita della quercia che nacque e si sviluppò al suo interno. La stessa, dopo avere fatto scivolare parte della copertura, continua, per sua giusta natura ed in considerazione di una totale incuria, a minacciarne la restante parte.  Ad attestarne le reali condizioni, una estemporanea, odierna, raccolta di firme dei nostri escursionisti, proprio dinnanzi al sito.
S’invita, pertanto, codesto Ministero ad intervenire nei tempi e modi più idonei prima dell’irreparabile. In attesa di cortese ma sollecito riscontro, si vogliano gradire i nostri migliori saluti e ringraziamenti.”

Lecce, 6 novembre 2011                                                   il padre del trekking nel Salento
presidente  Riccardo Rella

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × uno =