Finisce a bottigliate l’ennesima lite scoppiata tra extracomunitari in via Duca degli Abruzzi, alle porte della movida leccese. Ieri sera, intorno alle 21, due cittadini dello Sri Lanka, tra l’altro conoscenti, sono venuti alle mani, dopo avere litigato per futili motivi. Ad accentuare la violenza, l’alcol che scorreva nel loro corpo.

Ad un certo punto, la rissa. Uno dei due ha impugnato una bottiglia di vetro, con la quale ha colpito il rivale sul naso. La bottiglietta, fortunatamente, non è andata in frantumi, altrimenti le conseguenze sarebbero state ben più gravi.
Sul posto, pochi minuti dopo, è giunta un’ambulanza del 118, che ha prestato le prime cure ai feriti. Accompagnati in ospedale, uno dei cingalesi è stato giudicato guaribile in 20 giorni, per alcune contusioni ed escoriazioni riportate nella colluttazione.
Gli agenti delle volanti della Questura di Lecce hanno raggiunto presto la zona, provvedendo ad identificare i contendenti. Nessuno degli antagonisti, tuttavia, avrebbe sporto denuncia.
Questo, l’ennesimo episodio di violenza urbana in una via che, nel recente passato, è stata teatro di aggressioni e liti tra extracomunitari. I residenti, qualche mese fa, hanno anche presentato un esposto al Prefetto ed alle forze dell’ordine, invitandoli ad intervenire immediatamente, per ridare lustro e prestigio ad una via centrale della città, anticamera del centro cittadino.
Nelle scorse settimane, i residenti avevano anche incontrato il Sindaco di Lecce, Paolo Perrone, per chiedere l’installazione di alcune telecamere nella zona. Telecamere che, come aveva garantito il primo cittadino leccese, sarebbero state installate nel giro di pochi giorni. Ad oggi, tuttavia, nulla è stato ancora fatto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 2 =