“Salento Food”: tre seminari a Ugento, Novoli e Otranto per valorizzare i prodotti tipici. E una tavola rotonda conclusiva a Palazzo dei Celestini

Entra nel pieno delle sue attività, infatti, “Salento Food”, il progetto promosso dall’assessorato al Turismo e Marketing Territoriale della Provincia di Lecce e dal Comitato Provinciale dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia Puglia, rivolto alla valorizzazione sostenibile delle produzioni tipiche del Salento.

“Salento Food”, avviato nello scorso mese di settembre con un evento di presentazione svoltosi nel Castello di Acaya, intende sensibilizzare il territorio verso il “riconoscimento” e la valorizzazione delle sagre paesane che rispettino appieno gli aspetti della tipicità dei prodotti-principe del singolo evento e della sostenibilità, attraverso un decalogo di buone pratiche basato su pochi princìpi fondamentali: ridurre e differenziare i rifiuti e informare il pubblico dei visitatori.

Il progetto “Salento Food” passa ora alla fase attuativa con lo svolgimento di seminari formativi e informativi, dedicati ad amministratori di Comuni e soci delle Pro Loco, alle Associazioni di categoria e a tutti gli operatori interessati con un  percorso formativo sarà articolato sui temi della promozione dei prodotti tipici.

“Sostenibilità e Tipicità – Le parole chiave per lo sviluppo turistico, economico e sociale del Salento”: è questo il tema del primo seminario, in programma venerdì 25 novembre, a partire dalle ore 17, presso il Museo di Archeologia a Ugento.

“L’organizzazione dell’evento – La programmazione, la promozione, la scelta dei prodotti, la realizzazione pratica” è, inoltre, il tema del secondo seminario, in programma giovedì 1 dicembre (ore 17),  presso il Teatro Comunale di Novoli.

Terzo ed ultimo appuntamento seminariale quello su “Promo-Commercializzare il territorio – La promozione dei prodotti tipici del territorio attraverso l’azione integrata degli operatori pubblici e privati”, che si terrà martedì 13 dicembre (ore 17.30) presso il Centro Don Tonino Bello di Otranto.

Al termine del ciclo di appuntamenti, si terrà una tavola rotonda a Palazzo dei Celestini dedicata al “rispetto delle regole”, ossia alla necessità di una disciplina provinciale delle sagre e delle feste paesane.

“Si tratta di un regolamento-tipo per la disciplina delle sagre e delle feste paesane, predisposto da Provincia e Comitato Unpli,  che verrà proposto ai Comuni della provincia, allo scopo di privilegiare i prodotti eno-gastronomici tipici del territorio e, in particolare, del luogo in cui si svolge la manifestazione. Oltre al rispetto dei caratteri peculiari del territorio e delle sue risorse produttive, il regolamento-tipo conterrà alcuni riferimenti specifici alle problematiche della sostenibilità”, dichiara l’assessore all’Agricoltura della Provincia di Lecce Francesco Pacella.

Alla fine del progetto “Salento Food”, sarà inoltre progettata e realizzata, a cura della Provincia e dell’Unpli, una guida che illustrerà il calendario delle “Ecosagre” 2012, specificando per ciascuna: la tipicità promossa, le sue qualità organolettiche, con la storia e funzione sociale, l’indicazione delle aziende locali che la producono e la commercializzano e la descrizione della località di riferimento.

“Nell’ottica di uno sviluppo sostenibile del proprio territorio, la Provincia di Lecce ha inteso condividere lo spirito del progetto “Salento Food” suggerito dall’Unpli Lecce, con l’obiettivo di promuovere la cultura del coordinamento e dell’organizzazione sul territorio, ma anche della qualità delle iniziative. Il rapporto tra turismo e cibo locale si è fatto molto stretto, non soltanto nel determinare le scelte del viaggiatore moderno, ma anche in termini di cultura locale e di necessità per la salute e per la qualità della vita dei residenti. Senza contare che la nostra agricoltura può offrire al turismo non soltanto i propri prodotti alimentari, ma anche prodotti intangibili, come la produzione e la tutela di un paesaggio di qualità”, conclude l’assessore Pacella.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 − 4 =