Sabato scorso la Scuderia Automobilistica “Salento Motor Sport”, ha presentato il nuovo organigramma, davanti a numerosi rappresentanti degli equipaggi portacolori della realtà motoristica presente a Ruffano.

Antonello Casto, ha voluto difatti restare sulla tolda di comando del Comitato Organizzatore del “Rally dei 5 Comuni” e degli altri eventi motoristici – in programma per la prossima stagione – cedendo però al contempo, il testimone della presidenza della scuderia di Corso Margherita di Savoia.

Casto, ha consegnato la carica di Presidente della SmSport al decano dei driver leccesi (ancora in attività), Franco Masciullo. Nel ruolo di < i>Vicepresidente, Pasquale Fiorito, mentre Rudy Costa ricoprirà l’incarico di Team Manager. Altra figura cardine – e in rappresentanza anche degli equipaggi provenienti dal resto della provincia – è il Direttore Sportivo, il leccese Maurizio Capoccia.

«Ho voluto raccogliere l’invito a scindere le due entità presenti all’interno della SmSport – spiega Casto – ovvero, lo staff inerente all’organizzazione degli eventi motoristici, con quella che rappresenta l’attività della scuderia riservata agli equipaggi. Faccio un passo indietro per il bene dell’intero movimento sportivo nato a Ruffano ed oramai divenuto una realtà apprezzata non solo dagli addetti ai lavori. Credo che questo nuovo volto della Salento Motor Sport, consegnerà ai nostri equipaggi un nuovo ed interessante percorso sotto molteplici aspetti».

Visibilmente emozionato, il nuovo presidente Masciullo, da tutti apprezzato, per la serietà e per rappresentare un pezzo importante della storia motoristica pugliese: «La notizia della mia investitura al ruolo di presidente della scuderia ruffanese, mi ha colto impreparato ma al contempo mi riempie di orgoglio – spiega Masciullo – Se si è voluto modificare qualcosa è semplicemente per of frire ai nostri equipaggi una maggiore e capillare presenza non solo durante le gare. Spero di poter essere all’altezza della situazione ma ciò che importa davvero, sarà ritornare ad essere un gruppo granitico. Per il prossimo futuro ci saranno comunque delle gradevoli sorprese».

Successivamente ad intervenire è stato il vicepresidente Fiorito: «Credo di poter asserire senza smentite sul fatto che Antonello Casto è riuscito a compiere passi da gigante, sia da presidente della scuderia che da organizzatore; nel breve volgere di pochi anni, Ruffano è oramai conosciuta su scala nazionale per la sua frenetica attività motoristica e nella fattispecie rallistica. Fatta questa doverosa premessa – conclude Fiorito – lavoreremo in gruppo per essere di maggiore sostegno ai nostri equipaggi non disdegnando un supporto anche all’attività organizzativa la quale resta sotto l’egida del comitato presieduto da Casto».

Decisamente motivato anche il direttore sportivo, Maurizio Capoccia: «Ho colto con grande entusiasmo l’invito di Casto a svolgere questo ruolo – spiega Capoccia – Anche se non sapevo del suo disimpegno. Casto comunque dovrà restare al nostro fianco per lavorare insieme al resto del gruppo targato Salento Motor Sport. La coesione e, proprio lo sp irito di gruppo, dovranno essere le principali prerogative del nostro mandato: se si lavora sinergicamente e con un unico obiettivo possiamo cogliere obiettivi interessanti e, per certi versi, non raggiungibili se si viaggia solitari. A breve cercheremo di cadenzare una serie di incontri con tutto l’intero gruppo, cercando di limare anche quelle che sono le oggettive lacune le quali si evidenziano puntualmente in molti rally e che sono semplicemente frutto della scarsa conoscenza soprattutto dell’annuario Csai».    

Infine, anche il nuovo team manager, Rudy Costa, ha voluto salutare i presenti e abbozzare con il resto del nuovo organigramma, i prossimi programmi, molti dei quali oramai proiettati al “1°Rally del Barocco Salentino”, in programma a Tricase il 26 e 27 novembre prossimi.

Intanto all’interno della sede della “Salento Motor Sport” di Corso Margherita di Savoia, si lavora anche per ingrandire gli spazi interni. Le ultime attrezzature collocate recentemente all’interno della sede hanno oggettivamente ristretto l’area riservata per gli incontri e per le attività ludiche degli equipaggi e dei simpatizzanti. A tal riguardo, è stata individuata una nuova sede – peraltro adiacente a quella già esistente – la quale dovrà fungere da sala conferenze, anche in occasione delle premiazioni del Rally dei 5 Comuni.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 5 =