I finanzieri della Tenenza di Leuca, a seguito di un controllo fiscale nei confronti di una società di capitali del sud Salento, operante nel settore turistico ricettivo, hanno constatato che la società ha omesso di fatturare nel mese di gennaio di quest’anno la cessione di una struttura alberghiera

, per un’imponibile  pari ad oltre 725.000,00  euro ed una corrispondente IVA di quasi 154.500,00 euro.

In particolare, i finanzieri sono giunti a tale conclusione ricostruendo le diverse operazioni che hanno interessato tale immobile, rilevando che l’unico socio aveva precedentemente concesso in comodato alla società una propria abitazione, sulla quale la stessa società aveva poi proceduto ad effettuare rilevanti e costosi interventi edilizi per trasformarla in un albergo perfettamente funzionante, accollandosi per intero le relative spese. Allo scadere del contratto di comodato, la società ha restituito l’immobile al socio, senza procedere all’emissione della relativa fattura, nonostante la trasformazione nel frattempo intervenuta, da normale civile abitazione a rilevante struttura alberghiera, avesse realizzato un bene completamente diverso e, soprattutto di maggior valore, rispetto a quello inizialmente concesso in comodato.

Adesso sarà l’Agenzia delle Entrate competente a proseguire l’accertamento ai fini del recupero delle imposte evase.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − 5 =