Quale transizione per gli organismi di parità delle Università italiane? Una riflessione sulla normativa e sui nuovi modelli organizzativi” è il tema del seminario di studio organizzato per domani, 24 novembre 2011, dal Comitato Pari Opportunità dell’Università del Salento assieme alla Conferenza nazionale dei Comitati Pari Opportunità delle Università italiane

. Appuntamento nella sala conferenze del Rettorato (piazza Tancredi 7, Lecce), alle ore 9.30; alla stessa ora il 25 novembre si terrà invece l’assemblea degli aderenti alla Conferenza nazionale dei Comitati Pari Opportunità delle Università italiane.

 

«Il seminario», spiega Donatella Grasso, Presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Università del Salento, «è un’occasione per un’analisi e una riflessione, con il contributo di studiosi/e e rappresentanti delle Istituzioni, sull’attuazione della recente normativa relativa ai Comitati Unici di Garanzia in ambito universitario. I Comitati Pari Opportunità degli Atenei, in questi anni, hanno svolto un’intensa attività non solo attraverso l’adozione di buone prassi ma anche, in ragione della peculiarità della realtà accademica, fornendo spesso un importante contributo in termini scientifici e didattici alla riflessione sugli studi di genere, al monitoraggio delle carriere, alla valorizzazione delle differenze, oltre a caratterizzarsi per l’offerta di servizi rispondenti alle esigenze del personale universitario. Adesso si cambia: le recenti disposizioni del “Collegato lavoro” richiedono una nuova progettualità, che sappia valorizzare l’importante esperienza finora maturata. Il seminario di studio, cui hanno aderito molte rappresentanti degli Organismi di parità delle Università, sarà quindi l’occasione per un bilancio delle esperienze attraversate in questi anni, ma vuole essere soprattutto un contributo importante al dibattito in corso sui nuovi organismi deputati a rafforzare la presenza e la valenza delle pari opportunità e del benessere organizzativo nell’ambito della Pubblica amministrazione».

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 5 =