Foto Andrea StellaUn colpo partito a bruciapelo, che lo ha raggiunto al collo e non gli ha lasciato scampo. Così è morto Joussef Harmanz, marocchino di 26 anni, residente a Surbo dove svolgeva la professione di macellaio. La tragedia si è consumata in una villetta in via Piave, nel paese alle porte di Lecce.

Il ragazzo è stato raggiunto da un colpo partito accidentalmente da una pistola, che pare stesse manovrando in compagnia di una ex guardia giurata, Danilo Dell’Anna, di 24 anni, barista di Surbo e suo futuro cognato. Insieme a loro, le rispettive fidanzate.
All’improvviso, quando erano circa le 20,30, qualcosa pare essere andato storto e dalla pistola è partito un colpo, che ha raggiunto Joussef Harmanz al collo, da distanza ravvicinata, uccidendolo all’istante.

Sul posto, carabinieri e personale della scientifica, per le indagini e per ricostruire l’esatta Foto Andrea Stelladinamica dei fatti.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 + 16 =