Il mercato cinese, con un Pil in crescita del 10%, continua ad essere al centro degli interessi della Puglia. La Regione, infatti, grazie al supporto operativo dello Sprint Puglia, lo Sportello regionale per l’Internazionalizzazione delle imprese, coordinato dal Servizio Internazionalizzazione, sarà a Canton, in Cina, dal 19 al 22 novembre per World Wine Meetings Asia.

Si tratta della prima edizione asiatica di un’iniziativa dedicata al settore vitivinicolo, ormai consolidata sui mercati internazionali, che oggi viene portata in Asia per il grande potenziale rappresentato dall’espansione di questo mercato. Non è un caso infatti se ad aver colto l’opportunità offerta dalla Regione Puglia siano state 16 imprese del territorio. Tra l’altro sarà proprio la Regione Puglia ad inaugurare la Convention, domenica mattina, con un evento dedicato alla presentazione dei vitigni autoctoni pugliesi. Il World Wine Meetings Asia è una borsa d’affari organizzata dalla Adhesion Asia (società specializzata nell’organizzazione di borse d’affari internazionali) che ospiterà 80 produttori di vino provenienti da tutta Europa ed oltre 100 importatori che vengono dalla provincia del Guangdong, da Hong Kong, da Singapore, dalla Cina centrale e dal Sud Est Asiatico. Un’occasione unica, dunque, per incontrare importatori selezionati e di rilevanza internazionale e per partecipare alle attività promozionali organizzate dallo Sprint  Puglia per dare massima visibilità alla delegazione pugliese. Il senso della partecipazione della Regione Puglia è proprio quello di accompagnare gli operatori di settore pugliesi offrendo loro assistenza tecnica per lo sviluppo di contatti e di opportunità di collaborazione con i buyer esteri e di diffondere la conoscenza della Puglia e delle sue eccellenze produttive. Un obiettivo, questo, che sarà perseguito attraverso attività formative, commerciali, promozionali e di scouting. Per le 16 imprese pugliesi si tratta di un’opportunità di grande rilievo fortemente sostenuta dalla vicepresidente della Regione Puglia e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone. “In Cina – ha sottolineato – nel contesto di un’economia in forte espansione e con un aumento del Pil del 10,3% nel 2010, si nota oggi una preferenza dei consumatori nei confronti di sapori nuovi che provengono dalla cucina internazionale, una tendenza evidente anche con le bevande e in particolare quelle provenienti dalla Puglia. L’incremento della domanda cinese nei confronti di vino e bevande pugliesi ha registrato infatti  una crescita nel 2010 del  319,5% (in Italia del 22,2%) e negli ultimi tre anni persino del 1000%. Hanno fatto bene le nostre imprese ad approfittare di un contesto così favorevole”. La scelta della Cina si sviluppa in continuità con le azioni sviluppate fino ad oggi, ultima delle quali la missione del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola  organizzata dal neanche dieci giorni fa nell’ambito del progetto Renewal che ha interessato le imprese dell’economia verde. Il contesto politico e istituzionale è poi particolarmente favorevole per le relazioni tra la Regione Puglia e la Provincia del Guangdong, la più importante della Repubblica Popolare Cinese, con la quale la Puglia, prima Regione in Italia, ha sottoscritto lo scorso giugno 2011 un accordo autorizzato dal Ministero per gli Affari Esteri e dal Dipartimento Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Intenso il programma di attività per le 16 imprese della delegazione pugliese che partecipano al World Wine Meetings Asia. Domani sera incontreranno i rappresentanti dell’Accademia Italiana della Cucina a Canton e della China Sommelier Association, per la presentazione degli strumenti di penetrazione sul mercato vinicolo cinese. Domenica mattina, dalle 10,00 alle 12,00, nel A Marriott Hotel, la convention sarà inaugurata proprio con la presentazione dei vitigni autoctoni pugliesi delle aziende presenti alla manifestazione, con una degustazione tecnica per gli operatori economici del settore. Il pomeriggio invece sarà dedicato agli incontri d’affari, così come la giornata di lunedì 21 novembre (mattina e  pomeriggio) e la mattinata del giorno successivo. Nel pomeriggio di martedì 22 novembre invece gli operatori pugliesi visiteranno i negozi specializzati nella vendita di prodotti occidentali di qualità. Saranno in Cina con la Regione Puglia le aziende Terrulenta S.a.c. (Schola Sarmenti) di Nardò (Lecce), Azienda Agricola Petrera Pasquale di Gioia del Colle (Bari), Conti Zecca di Leverano (Lecce), Tenuta Viglione di Santeramo in Colle (Bari), Colli della Murgia Sas di Gravina di Puglia (Bari), Torrevento Srl di Corato (Bari), Vigne e Vini di Leporano (Taranto), Cignomoro Srl di Taranto, Cantina La Marchesa di Lucera (Foggia), Castel di Salve di Tricase (Lecce), Teanum di San Paolo di Civitate (Foggia), L’Astore Masseria di Stefano Benegiamo di Cutrofiano (Lecce), Valentina Passalacqua di Apricena (Foggia), Azienda Agricola Alberto Longo di Lucera (Foggia), Tormaresca di Minervino Murge (Bari), Colle Petrito di Minervino Murge (Bari).

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + 13 =