Un excursus socio culturale sulla storia del costume italiano. È questo lo spirito della mostra “W. V.E.R.D.I.”, evento firmato da Titania su progetto di Alessandra Pizzi e testi di Emanuela Boccassini e organizzato dalla Città di Cavallino

in collaborazione con la Regione Basilicata, a cui appartiene il materiale fotografico gentilmente concesso, e il Consolato Generale d’Italia a Valona. La mostra, che rientra nelle celebrazioni organizzate dall’Amministrazione Comunale di Cavallino in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, raccoglie gli elementi chiave della cultura italiana dall’Unità ai giorni nostri, tracciando un itinerario attraverso l’ausilio di documenti audio e fotografici nel costume sociale dell’Italia e degli Italiani. La mostra si articola in tre sezioni: la prima raccoglie documenti originali del Risorgimento e libri che raccontano il progetto, più o meno compiuto, dell’Unità d’Italia. La seconda è un viaggio attraverso la musica e le canzoni patrimonio del costume del Bel Paese. La terza parte, dedicata al cinema, presenta il lavoro svolto in 50 anni dal fotografo italo-americano Ron Galella, padre di tutti i “paparazzi”, che con Italian Icons ha omaggiato l’Italia con circa 40 ritratti, in bianco e nero, degli artisti che hanno fatto la storia del cinema: da Anna Magnani a Monica Vitti, da Silvana Mangano a Bernardo Bertolucci.
Il progetto permette così la conoscenza e la comprensione migliore e più approfondita delle abitudini, delle passioni, delle speranze e delle attese della nostra Nazione. Per farlo usa il linguaggio del cinema e della musica vicini alle nuove generazioni. Molteplici dunque gli obiettivi della mostra. Innanzitutto c’è quello di realizzare un itinerario sull’evoluzione del costume socio-culturale italiano, evidenziandone i punti di forza e i limiti. Mira inoltre ad incentivare l’industria culturale, specie delle mostre, e ad avvicinare il pubblico alle arti contemporanee, come la fotografia. Premette infine una promozione del territorio, avviando un processo di conoscenza e di divulgazione dell’identità culturale nazionale.
La mostra sarà inaugurata nella sfarzosa Galleria del palazzo Ducale di Cavallino sabato 10 dicembre alle ore 18.30. Interverranno il Sindaco di Cavallino Avv. Michele Lombardi, il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura On. Avv. Gaetano Gorgoni e il Presidente del Consiglio della Regione Basilicata Dott. Vincenzo Folino.

La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio 2012  tutti i giorni dalle 17 alle 20. La mostra sarà poi trasferita a Fier (Albaina), presso la Biblioteca Comunale.

Per gli studenti delle scuole sono previste visite gratuite guidate alla Mostra, al centro storico, al castello e alla tomba dei Castromediano e al Museo Diffuso, con l’ausilio di guide della Cooperativa “Sigismondo Castromediano”. Info e prenotazioni: Dott.ssa Maria Agrimi – 338/3647007.



CONDIVIDI