Realizza opere edilizie in difformità alla concessione rilasciatagli, denunciato dai carabinieri. Si tratta di C.D., 72enne di Presicce. L’uomo è il legale rappresentante di una ditta di Presicce autorizzata a realizzare, a Torre Pali del Comune di Salve, un chiosco destinato a bar-paninoteca-pizzeria.

La concessione rilasciata dal Comune di Salve riguardava la realizzazione di un manufatto in legno e tufo per un totale di 86mq parte dei quali adibiti a sistemazione esterna della clientela.

All’atto del controllo dei Carabinieri, invece, è stato accertato l’impiego di materiali totalmente difformi da quelli autorizzati.

In particolare i militari hanno verificato che la struttura è stata realizzata con dei pilastri in ferro zincato, tamponamenti esterni con pannelli coibentati in pvc, tramezzature interne di pannelli di pressato, infissi esterni in alluminio. L’intero manufatto poggia su di una base formata da una piattaforma trapezioidale in ferro ele ttrosaldato su piastre in acciaio vincolate a diciannove plinti con camminamenti realizzati in pietra anziché in tufo.

Di quanto accertato è stato portato a conoscenza il PM della Procura della Repubblica, dott. Arnesano, il quale ha disposto il sequestro dell’intera struttura.

I controlli finalizzati a contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio effettuati dai Carabinieri delle Stazioni dipendenti dalla Compagnia di Tricase proseguono incessantemente.