Mentre i candidati alle Primarie per il centrosinistra mettono in campo ogni azione per promuoversi, dal Movimento 5 stelle di Beppe Grillo giunge l’annuncio di corsa alla poltrona. Niente partito, solo programmi ai quali i cittadini sono invitati a collaborare

 

Tanti candidati per una linea politica comune almeno negli intenti. Da Carlo Salvemini a Loredana Capone ed ora anche al Movimento di Beppe Grillo, l’obiettivo sembra la politica comune collaborativa e partecipata. I candidati alle Primarie sono già al lavoro per il ciclo di incontri con la platea popolare per idee e suggerimenti al servizio della città di Lecce. Dieci tappe per Loredana Capone con l’intento di “valorizzare le esigenze di ogni componente della vita sociale e comunitaria di Lecce, senza trascurare i bisogni di nessuno. Lo scopo di questi appuntamenti è perfezionare il programma amministrativo di governo che Loredana Capone renderà pubblico nei prossimi giorni”.

Incontri informali per Carlo Salvemini che già da tempo ha avviato con il Laboratorio di idee partecipate confluito poi nel programma propagandistico “Scegliamo insieme Cambiamo davvero”. Entrambi affonderanno tematiche inerenti welfare e politiche sociali, istruzione, urbanistica, ambiente, commercio, sostegno alle imprese, sostegno al mondo delle professioni, attività sportive e tempo libero, cultura, creatività e politiche giovanili.

A gennaio si conoscerà il candidato per il centrosinistra e anche quello del Movimento 5 Stelle. Lo annuncia il direttivo nel formalizzare la candidatura alle Amministrative. “Porteremo al centro del dibattito politico l’attenzione verso temi come la trasparenza nell’azione amministrativa, la vivibilità e la salubrità della città, la mobilità sostenibile, lo sviluppo ottenuto nel rispetto dell’ambiente e delle persone, la corretta gestione dei rifiuti, il freno allo smodato consumo di territorio ed altre tematiche che già contraddistinguono l’operato delle Liste del MoVimento ovunque esse abbiano attecchito”. Sono questi gli intenti dei “grillini” comunicati in una nota in cui  sottolineano la loro presenza per le strade e tra la gente, con l’ambizione di diventarne il reale portavoce a Palazzo.

“Sarà un MoVimento allergico a qualunque alleanza con qualsiasi formazione partitica, per la evidente diversità di base che ce ne differenzia: non abbiamo leader, non abbiamo segreterie, né tanto meno gruppi di potere, né strutture verticistiche”. Lo slogan del Movimento 5 stelle, già in altre realtà in cui ha partecipato attivamente, è “Ognuno vale uno” che rimarca la mancanza di appartenenza a qualsiasi forma partitica. E si preannunciano Amministrative davvero partecipate, perlomeno dai candidati alla poltrona, minimo cinque se si tiene conto del sindaco uscente, della lista civica di Antonio Capone e del candidato del Terzo polo che ancora non si è pronunciato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + diciannove =