Foto Antonio CastelluzzoCon l’accusa di concussione sono stati arrestati il sindaco e il comandante della polizia municipale di Morciano di Leuca, nel Salento. Gli arresti sono stati disposti dal gip del tribunale di Lecce Annalisa De Benedictis, che ha concesso al primo cittadino Giuseppe Picci, avvocato di 44 anni

, e al comandante Giovanni Anastasio, di 53, gli arresti domiciliari. Secondo l’accusa, Picci e Anastasio, gia’ durante l’estate del 2009, hanno costretto – con minacce, diffide e sanzioni pecuniarie – una famiglia di ambulanti (composta da marito, moglie e figlia), che gestiva un chiosco della marina di Torre Vado, a non vendere piu’ crepes, nonostante la validita’ della licenza in loro possesso.

Le pretese dei due arrestati – secondo la procura – servivano a rispettare un impegno preso dal politico con i venditori di crepes che solitamente affollano il litorale salentino, che avrebbero sostenuto Picci alle elezioni del giugno 2009.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre + 10 =