Foto Antonio CastelluzzoRubavano auto in Basilicata ed in Puglia, che finivano nel mercato dell’usato. Bloccate alcune in concessionarie a Lecce, Gallipoli e Gravina. Per questo motivo tre persone, nei giorni scorsi, sono state arrestate dalla polizia di Matera per una serie di furti di auto, circa un centinaio in due anni.

Si tratta di Francesco Mangione, 59 anni, pregiudicato di Gravina ma residente a Matera, Giuseppe Nuzzi, di Gravina in Puglia, e Pasquale Matteucci, di Terlizzi. Stando alla ricostruzione degli investigatori, a commettere i furti erano i primi due mentre Matteucci risponde dell’accusa di ricettazione. Secondo gli inquirenti, dopo aver fatto sparire a Matera da tre a cinque vetture in una settimana, trasferivano temporaneamente l’illecita attività a Potenza o a Bari. Erano infatti queste le tre citta’ interessate dai furti. Le auto rubate venivano così smontate ed i vari pezzi di ricambio rivenduti oppure rimontati perfettamente sul telaio di altrettante auto di scarso valore, ma acquistate regolarmente. Le auto così “rinnovate” e rivalutate finivano nel mercato dell’usato. Gli investigatori, per ora, sono riusciti a bloccarne alcune già esposte in concessionarie di Gravina, Lecce, Gallipoli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro + sette =