Foto Andrea Stella“Apprendiamo da alcune dichiarazioni rese questa mattina da esponenti del Governo regionale che, contrariamente a quanto risulta dagli atti del Consiglio regionale e da infinite dichiarazioni pubbliche, i 340 milioni di euro di tasse regionali pagati nel 2011

dai pugliesi, non sarebbero andati tutti a coprire il deficit sanitario del 2010.
Nel chiedere al Presidente Vendola se ció sia vero, e se si in che misura e come siano stati usati quei soldi, ci riserviamo di verificare personalmente e, a questo punto, ancora piú chiaramente chiediamo assoluta certezza sulla destinazione che avranno i 356 milioni di euro di tasse regionali che i cittadini pugliesi pagheranno nel 2011 a fronte di un deficit sanitario presunto di circa 195 mln di euro”.
Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia Rocco Palese, che aggiunge: “Se davvero anche l’anno scorso quei soldi non sono andati tutti a copertura del deficit, questo ci preoccupa ancora di piú quest’anno, quando già sulla carta, l’introito previsto dalle tasse è di 356 milioni, il deficit presunto di 195 e resta un ‘tesoretto’ di 161 milioni di euro.
Ci riserviamo di leggere nel merito e nel dettaglio le carte del Bilancio, ma per ora sembra chiaro che si poteva e si doveva diminuire la pressione fiscale regionale in danno dei cittadini. Cosí come, pur condividendo lo spirito dell’Ecotassa, mirata ad incentivare la raccolta differenziata, non vorremmo che i nuovi meccanismi di premialità e penalizzazioni finiscano per penalizzare ancora le tasche dei cittadini. A questo punto è chiaro il motivo per cui, per fortuna, il Governo regionale non ha ulteriormente aumentato le tasse: evidentemente il tesoretto basta a soddisfare gli appetiti…..”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − 6 =