Incessanti i controlli dei Carabinieri finalizzati a contrastare la detenzione e vendita illegale di giochi pirotecnici in prossimità della notte di Capodanno. Tra la tarda serata di ieri e la mattinata odierna, a Nardò, i militari della locale Stazione hanno denunciato

, in stato di libertà, due commercianti del luogo: M.F. 55enne e C.G. 48enne, sottoponendo a sequestro oltre 80 chilogrammi di materiale esplodente. Nello specifico, durante un controllo effettuato nella serata di ieri presso l’attività commerciale del 55enne, un negozio di articoli per la casa, i carabinieri accertavano che il citato commerciante poneva in vendita materiale pirotecnico in difformità con la normativa vigente. Tutto il materiale rinvenuto e sottoposto a sequestro, circa 52 chilogrammi, benché declassificati, risultavano privi di alcuna documentazione comprovante la categoria ed il gruppo di appartenenza, come invece previsto dal Decreto del Ministro dell’Interno del 09 agosto 2011, che poneva una differenza tra il materiale pirotecnico acquistato prima e dopo l’11 settembre 2011. In mattinata odierna, un ulteriore controllo permetteva di denunciare in stato di libertà anche un 48enne, proprietario di una tabaccheria. Per gli stessi motivi e carenze indicate in precedenza, rilevate durante il controllo effettuato nella serata di ieri, i militari sottoponevano a sequestro ulteriori 30 chilogrammi.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × cinque =