“La freschezza di un progetto non può essere contaminata da accordi con forze politiche che hanno già dimostrato inaffidabilità nei confronti degli alleati. L’esperienza ci consente di non commettere sempre gli stessi errori.

Per questo motivo credo e resto fermo sulla mia posizione di terzietà della proposta politica di ApL che non deve contaminarsi con nessuna delle coalizioni classiche (centrodestra o centrosinistra). E’ quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Buccoliero, Presidente dei Moderati e Popolari,  commentando i resoconti delle agenzie circa un possibile accordo tra “Alleanza per Lecce” e il Pdl.
“Da sempre sono sostenitore del necessario cambiamento radicale in città; per questo motivo non ho mai guardato con simpatia all’apertura del dialogo con le forze politiche classiche, ritenendo che una nuova stagione politica potesse ripartire solo cambiando completamente la gestione cittadina della cosa pubblica, aprendo a nuove intelligenze, a nuovi scenari che ci facessero uscire da uno stagno asfittico. C’erano tutte le condizioni per realizzare questo progetto e, c’era soprattutto tutto il tempo per farlo. I tempi si restringono e bisogna agire. Nella convention di fine gennaio porterò con me il pensiero prevalente del mio gruppo – continua Buccoliero – che è per una corsa in città da soli, senza quegli alleati che hanno determinato le scelte infelici del filobus, dei palazzi di via Brenta, dei Boc e chi più ne ha più ne metta. Netta divaricazione con il passato. Scelte nette e risolute distanze. Se questo non sarà possibile cercherò di far comprendere che allora, se coalizione dovrà essere scelta, si dovrà scegliere quella che garantisca l’alternanza ed il cambiamento”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + 6 =