Il Consigliere regionale PdL, Saverio Congedo ha diffuso la seguente nota: “Saranno anche necessarie ed urgenti, ma non voglio nemmeno pensare a cosa sarebbe successo in Italia se le stangate su pensioni, case ecc.

del Governo Monti fossero state soltanto immaginate da un ‘governo politico’ e ancora di più da quello di centrodestra che, invece, fino all’ultimo ha resistito a chi lo invitava a colpire sugli stessi sventurati.
E’ inquietante che un Governo non espresso dai cittadini possa infierire in questo modo su di essi, ed è incredibile che chi fino a poche settimane fa si strappava i capelli anche nei confronti dei più scontati tagli alle imprese, alle famiglie e allo stato sociale, oggi accetti senza battere ciglio una ‘macelleria sociale’ autentica e senza precedenti.
Se occorreva una conferma che era tutta una manfrina per liberarsi del Governo democraticamente eletto dagli Italiani, oggi l’abbiamo e più fragorosa che mai. Se poi vogliamo risalire alle responsabilità del disastro che stiamo scontando, dovremmo domandarci: 1) chi tra gli anni ’70 e ’90 ha fatto esplodere il debito pubblico fino a renderlo il terzo in assoluto nel mondo; 2) chi, nella seconda metà degli anni ’90, ci ha consegnati senza protezione ad una moneta fragile; 3) chi in questi anni ha demonizzato, irriso e delegittimato continuamente il nostro Governo, indebolendo l’Italia sul fronte internazionale nella fase più difficile dell’economia mondiale dal dopoguerra; 4) chi, alla caduta di Berlusconi ha festeggiato all’avvento del Governo Sarkozy-Merkel-Monti.
La risposta è sempre la stessa. E ci conduce ai veri titolari della ‘macelleria’ di cui sopra. Che adesso sanno di che debbono festeggiare, sulla pelle degli italiani”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × cinque =