Foto Andrea Stella“Il desiderio di allenare prendeva il sopravvento su ogni cosa e adesso ho la possibilita’ di fare un’impresa insieme alla societa’, alla gente e alla squadra del Lecce”. Sono le parole del tecnico del Lecce, Serse Cosmi, a Radio Crc alla vigilia della sfida con il Napoli.

“La classifica dice che siamo in ritardo -ha aggiunto Cosmi- ma la squadra che ho preso in mano ha le possibilita’ tecniche di sovvertire i pronostici. Sono fiducioso tenendo in considerazione l’attuale ritardo in classifica e contando anche su quella componente chiamata fortuna che ci dovra’ accompagnare in questo cammino”. Cosmi si e’ soffermato sugli azzurri: “Posso immaginare l’entusiasmo che c’e’ a Napoli, non solo perche’ la squadra di Mazzarri ha centrato la qualificazione in Champions League ma perche’ questa vittoria impone di parlare di Napoli in una certa maniera. Credo pero’ che questo passaggio, non debba essere un punto di arrivo ma un punto di partenza per ritornare a certi livelli. Trasferisco tutto questo entusiasmo nel mio lavoro e quindi ai miei ragazzi”, ha detto. “Spesso i giocatori che alleno -ha aggiunto- vanno a finire al Napoli, quindi credo di portare fortuna agli azzurri, e un esempio e’ rappresentato quel ragazzo con dietro la maglia il numero 17”. Cosmi e’ poi tornato a parlare della sua squadra: “Noi del Lecce -ha detto- siamo nella situazione di non poter programmare piu’ di tanto, pero’ al di la’ di quello che si puo’ pensare, questo gruppo di ragazzi ha tanta qualita’. Buttando un occhio alle squadre italiane che lotteranno fino alla fine per il nostro stesso obiettivo, non vedo squadre superiori al Lecce”, ha concluso.

CONDIVIDI