A volte non ci sono veramente parole di fronte a fatti che parlano di maltrattamenti su animali, ma ci sono avvenimenti che lasciano talmente amareggiati al punto tale da dover trovare la forza di narrarli senza cadere nella tentazione di abbassarsi a livelli infimi come hanno fatto gli autori di tali malvagità.

Non più di un settimana fa parlavamo di una femmina di pitbull bruciata e seviziata senza scrupoli da gente ignorante e crudele.
Oggi l’ignoranza ha mostrato nuovamente i suoi frutti: alcuni randagi sono stati ritrovati mutilati nelle campagne tra Sternatia e Zollino. Uno di loro, un cucciolo ha subito l’asportazione della zampa anteriore sinistra, mentre al suo fianco giaceva il corpo senza vita della madre a cui era stata brutalmente mozzata la testa. Pochi passi più avanti un’altra vittima di cotanta crudeltà, anch’essa mutilata e senza vita.
Una violenza inaudita che ci auguriamo possa presto portare ai responsabili, nonostante quello che resti sia la magra consolazione di veder loro somministrare una semplice ammenda e chi lo sa, forse con un pò di fortuna anche un’accusa per maltrattamenti su animali che nel caso specifico non può che essere correlata dall’aggravante della crudeltà. Rimane comunque poca cosa, simili mostri non dovrebbero circolare liberamente.
I corpi dei poveri animali sono stati ritrovati da un passante che faceva jogging, immediatamente sono state allertate le forze dell’ordine e la piccola sopravvissuta è stata prontamente soccorsa e operata nel disperato tentativo di evitare il dissanguamento. Adesso sta meglio e cerca una famiglia disposta ad amarla e rispettarla.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.