Foto Andrea StellaIn mattinata il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha incontrato i rappresentanti istituzionali del territorio di Gallipoli (i consiglieri provinciali Salvatore Di Mattina – PDL – e Sandro Quintana – UDC – ), i rappresentanti dello stesso Comune di Gallipoli

e di quello di Tuglie, per approfondire nuovamente la problematica dello scarico delle acque nel mare della città ionica, alla luce degli ultimi incontri tra le parti istituzionali coinvolte nella vicenda, Regione compresa.

Al termine dell’incontro, riaffermata l’assoluta inadeguatezza dell’attuale impianto di depurazione delle acque e il suo parziale e inefficace funzionamento, le istituzioni presenti hanno concordemente disposto che vengano realizzate opportune opere di adeguamento dello stesso impianto, attraverso uno “scarico indiretto”, che possa garantire il trattamento delle acque.

“In questo modo – hanno commentato i rappresentanti istituzionali presenti all’incontro – potremo nell’immediato salvare il mare di Gallipoli, il suo valore turistico ed economico: agire subito, con tempestivita’, per evitare il tracollo del turismo jonico, è la giusta iniziativa di responsabilita’ di una Provincia da sempre attenta con il suo Presidente Gabellone al territorio gallipolino e al comprensorio del Sud Salento”.