Gran finale della tredicesima edizione del Concorso Internazionale «Tito Schipa» per giovani cantanti lirici, un evento promosso e realizzato dall’Associazione Amici della Lirica «Tito Schipa» e dalla Fondazione Tito Schipa

– con il prezioso contributo della Provincia di Lecce, della Regione Puglia, della Fondazione I.C.O. «Tito Schipa», del Conservatorio di Musica «Tito Schipa» di Lecce e di diversi partner privati, sotto la direzione artistica del musicologo Maurilio Manca. Al Politeama, giovedì 15 dicembre 2011 alle ore 21, i dieci giovani cantanti selezionati nelle fasi eliminatoria e semifinale svoltesi dal 10 al 13 dicembre, si contenderanno il ruolo principale dell’opera L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti in programma nel cartellone della Stagione Lirica della Provincia di Lecce e organizzata dall’Assessorato alla Cultura guidato da Simona Manca. È questo, infatti, il premio messo in palio dalla nuova formula del Concorso in questa edizione, che consentirà di selezionare gli artisti sulla base della loro specifica preparazione sull’opera attraverso l’esecuzione delle sue parti salienti sia in veste solistica che in assieme con altri interpreti (quindi duetti, terzetti, concertati ecc.). A concorso anche il premio speciale «Gaetano Donizetti» messo in palio dal Direttore Artistico del «Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti».
Nove italiani e un georgiano i cantanti finalisti che si esibiranno giovedì sera. Ecco i loro nomi:

Sonia Ciani, Anna Delfino e Mariangela Sicilia (soprani per il ruolo di Adina);
Giuseppe Buzza e Giorgio Misseri (tenori per il ruolo di Nemorino)
Gocha Abuladze, Costantino Finucci e Alessio Potestio (baritoni per il ruolo di Belcore);
Clemente Antonio Daliotti e Claudio Levantino (bassi per il ruolo di Dulcamara)
La serata, che vedrà l’Orchestra Sinfonica «Tito Schipa» di Lecce diretta dal maestro Marcello Panni esibirsi dal vivo per accompagnare i cantanti finalisti, si articolerà secondo il seguente programma:

Prima parte

1.    Cavatina Belcore           
“Come Paride vezzoso”                    Costantino Finucci

2.    Cavatina Dulcamara
“Udite, udite oh rustici”                    Claudio Levantino

3.    “Prendi, per me sei libero”                Sonia Ciani

4.    Una furtiva lagrima                    Giuseppe Buzza

5.    Cavatina Belcore           
“Come Paride vezzoso”                    Gocha Abuladze

6. Cavatina Dulcamara                     Clemente Antonio Daliotti
“Udite, udite oh rustici”               

7. “Prendi, per me sei libero”                Anna Delfino

8. Cavatina Belcore           
“Come Paride vezzoso”                    Alessio Potestio

9.“Prendi, per me sei libero”                Mariangela Sicilia

10. Una furtiva lagrima                    Giorgio Misseri

Seconda parte

1.Scena e duetto                            Anna Delfino
“Una parola Adina… Chiedi all’aura lusinghiera”        Giuseppe Buzza

2.Duetto                                Giorgio Misseri
“Voglio dire lo stupendo”                        Clemente Antonio Daliotti 

3.Scena e duetto                    Costantino Finucci/AlessioPotestio
“Venti scudi….Ai perigli della guerra”        Giorgio Misseri /Giuseppe Buzza

4.Barcarola                                Sonia Ciani
“Io son ricco, tu sei bella”                    Claudio Levantino

5.Terzetto                                Gocha Abuladze
“In guerra ed in amor”                        Mariangela Sicilia
Giorgio Misseri

6.Duetto                                Mariangela Sicilia
“Quanto amore!Ed io spietata”                Clemente Antonio Daliotti

7.    FINALE                                 TUTTI

Sono stati otto i paesi esteri rappresentati (Albania, Russia, Bielorussia, Romania, Georgia, Turchia, Argentina, Corea del Sud) oltre all’Italia, che per la prima volta nella storia del Concorso ha annoverato la maggioranza assoluta dei candidati, per un’affluenza complessiva molto rilevante, tenendo conto delle caratteristiche vocali presenti nell’opera: 25 soprani (per il ruolo di Adina), 9 tenori (per il ruolo di Nemorino), 11 baritoni (per il ruolo di Belcore) e 3 bassi buffi (per il ruolo di Dulcamara).
Esigua è stata, invece, la presenza di coloro i quali, non avendo le caratteristiche vocali per concorrere al ruolo, hanno partecipato al Concorso per sostenere un’audizione (in occasione della prima fase eliminatoria) con il Direttore Artistico della Stagione Lirica Filippo Zigante, al quale è stato affidato il compito di selezionare, a sua completa discrezione, durante la prima fase eliminatoria alcuni elementi da impiegare, eventualmente, in altri titoli previsti nel cartellone 2012.

Ma ambito è anche il Premio speciale «Gaetano Donizetti» – altra importante novità di questa edizione proposta dal Direttore Maurilio Manca – messo in palio dal Direttore Artistico del «Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti» Francesco Bellotto, che a sua discrezione potrà scegliere un candidato per un concerto o ad una produzione operistica nell’ambito del prestigioso Festival.

L’ultima novità invece è rappresentata dalla presenza del regista della Repubblica Ceca Ludek Golat, già Sovrintendente del Teatro di Ostrava, che Manca ha designato come osservatore del Concorso per selezionare alcuni interpreti che formeranno il cast dell’L’Olimpiade di Mislivecek, programmata nell’ambito del Festival di Praga e da quella di Tito Schipa jr.

A comporre la commissione giudicatrice, altamente qualificata, sono: Elvira Romano, in qualità di Presidente dell’Associazione Amici della Lirica; Eraldo Martucci, Vice Presidente della Fondazione Tito Schipa, Filippo Zigante (Direttore Artistico della Stagione Lirica della Provincia di Lecce), Marcello Panni (Direttore Artistico della Fondazione ICO Tito Schipa di Lecce), Luca Canonici (tenore e Direttore Artistico del Toscana Opera Festival), Francesco Bellotto (Direttore Artistico del “Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti”), Angelo Gabrielli (Agente lirico), Ludek Golat e il Direttore Artistico del Concorso Maurilio Manca, per l’occasione anche nella veste di Consulente casting della Hungarian State Opera di Budapest e della Stagione Lirica 2011 della Provincia di Lecce.
Anche quest’anno è previsto il premio speciale della critica assegnato da una giuria composta da Francesco Mazzotta per il Corriere del Mezzogiorno, Dino Foresio per Opera click e Lorenzo Mattei per Il Giornale della Musica, Drammaturgia e G.B. Opera.