Falso broker finisce in manette. Avrebbe truffato mezza Italia. L’uomo, M.G., un 50enne della provincia di Lecce, si presentava in giacca e cravatta, con al seguito timbri e moduli di una nota agenzia assicurativa ed offriva polizze fidejussorie fasulle.

Poi, è arrivata la finanza, e per lui sono scattate le manette.
L’uomo è stato arrestato a Battipaglia, in provincia di Salerno. Si spacciava per un broker assicurativo. E, secondo le indagini, avrebbe imbrogliato mezza Italia. Almeno 11, infatti, gli assegni che i finanzieri hanno trovato in suo possesso, assegni firmati in Puglia e Campania.
Il 50enne è stato arrestato in un bar del centro di Battipaglia, dove era fissato l’appuntamento con un imprenditore del posto, che aveva necessità di una polizza fidejussoria per 60mila euro. Fiutata la truffa, però, l’imprenditore si è rivolto alla guardia di finanza, che ha poi teso la trappola. Il falso broker si è presentato puntuale all’incontro: valigetta, moduli e timbri contraffatti al seguito. Compilata la polizza, ha richiesto 2500 euro in contanti e la firma del falso contratto. Ma è stato a questo punto che sono intervenuti i finanzieri e lo hanno arrestato. Perquisito, aveva altri 11 assegni, sui quali sono ora in corso accertamenti.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.