Nel pomeriggio odierno è stato rintracciato nelle acque del Golfo di Taranto, a circa 30 miglia da Gallipoli, un peschereccio presumibilmente egiziano recante a bordo una sessantina di cittadini extracomunitari la cui nazionalità è ancora da accertare.

L’operazione ha avuto inizio nella notte, quando un aereo della Guardia Costiera islandese, rischierato per l’operazione AENEAS, in attività di ricognizione sul Mar Ionio, ha avvistato a circa 80 miglia di distanza dalle coste italiane il peschereccio, che navigava con rotta verso Santa Maria di Leuca.

L’imbarcazione è stata monitorata e quindi successivamente abbordata in acque nazionali per l’esecuzione dei controlli di rito; questi hanno consentito di accertare la presenza a bordo dei clandestini.

I finanzieri di mare hanno quindi preso il controllo dell’imbarcazione, bloccato i membri dell’equipaggio e si sono assicurati delle buone condizioni di salute dei clandestini trasportati.

Le unità navali del Corpo stanno conducendo il peschereccio nel porto di Gallipoli ove si stima possa giungere nella tarda serata odierna.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − sei =