C’è da preparare una trasferta insidiosissima nell’ultima del girone di andata quando nella prima gara del 2012 di dovrà far visita ai “REDS” di coach Leale in una struttura che rappresenta il tempio del basket tarantino ovvero il “Palamazzola”.

C’è da difendere il primato in classifica  e consolidarlo, se possibile, ma l’avversario è di quelli tosti e va affrontato con tutte le precauzioni del caso.

C’è da tenere a bada Giuffrè & soci già al lavoro da tempo,  ansiosi come sono di riprendere il loro cammino dopo l’inatteso stop di Monopoli che ha bloccato la risalita in graduatoria degli jonici ma che non ha certo cancellato quanto di buono fatto dai ragazzi di coach Leale in questa prima parte di stagione alla primissima esperienza nel campionato di DNC.

C’è da mantenere alto l’entusiasmo nell’ambiente cestistico della cittadina salentina che è galvanizzata dalle prestazioni di una squadra che di giornata in giornata si conferma ai vertici del proprio girone di DNC e che coltiva l’euforia e la voglia di basket tra i sostenitori

La matricola del presidente Sergio Cosenza, sesta in classifica con 12 punti,  rappresenta l’unica superstite della città in un campionato nazionale Maschile dopo l’esclusione della Libertas e tiene particolarmente a tenersi a contatto con il gruppo di testa rimanendo in zona play off e con la possibilità di accorciare sulle battistrada ( Monteroni e Molfetta a quota 20) e agganciare eventualmente la Pallacanestro Benevento impegnata nel derby sannita con la Magic Team.
Il Cus Jonico ha dalla sua il fattore campo ma sopratutto la buona vena di Giovanbattista Moliterni, 5° nella graduatoria marcatori del girone H con 218 punti e 18,17 di media di un’inezia appena dietro a Stefano Provenzano che di punti ne ha realizzati 238 con una media di 18,31. Potrebbe trattarsi di una sfida nella sfida quella tra il centro barese di Gioia del Colle e l’esterno salentino in casacca gialloblù.
Tanti altri i motivi che rendono questo derby del Grande Salento appetitoso sotto il profilo tecnico-agonistico ma anche e sopratutto per le sfide di campanile e la presenza di atleti come:
Alessio Giuffrè che gioca per la sua Città, essendo nativo di Grottaglie (TA), dopo tanti anni in giro per società diverse, ultima il Mola nelle recenti tre stagioni.
Daniele Fanelli, Ala, tarantino di nascita che ritorna nella sua città dopo aver militato nella Libertas e passato le sue ultime due stagioni a Ceglie.
Giovanni Valentini, anch’egli nato a Taranto con trascorsi nel Massafra;
Maurizio D’Amicis originario di Manduria che ritorna nella sua città dopo i suoi trascorsi a Ceglie.
Questo per citare solo alcuni dei cestisti che oltre ad essere dei professionisti della palla a spicchi hanno in più la motivazione di giocare per il proprio campanile.
Non da meno, il veterano Gianluca Ambrosecchia classe 1977 play guardia dotato di  ottima tecnica e con buoni numeri nelle mani, esperienza da vendere con i suoi trascorsi a Ceglie, Bisceglie, Catanzaro, Siracusa, Cosenza ecc.
Andrea Greco play classe 1982 di buona tecnica: ancora un Tarantino (è nato a Grottaglie) che gioca per la sua città e Raffaele Libroia guardia dell’86 con ottime percentuali da ogni parte del parquet.
Completano il rooster, si fa per dire, Eligio Cavallo, pivot di Grottaglie (TA) classe 1990 con trascorsi in C dilettanti sempre nella città jonica sponda Office Group, Casabuono, Di Bari e Biafora tutti under classe 1994,1992 e 1993 che hanno debuttato quest’anno con la casacca dei REDS e che consentono a coach leale di dare respiro alle rotazioni.
Grande quindi l’attenzione che coach Lezzi e il suo gruppo deve riservare alla prossima sfida di campionato. Bisogna continuare con la mentalità da big che si è dimostrata nella gara prima della sosta natalizia consapevoli dei propri mezzi ma con tanta umiltà in animo, da parte di tutti.
Ogni gara va affrontata con il giusto piglio, il massimo impegno  e le adeguate motivazioni,  senza dimenticare, nel rispetto di tutti gli avversari che Monteroni non è per caso in testa alla classifica.
Questo gruppo e tutto l’ambiente che ruota intorno si attendono ancora una grande prova di carattere.

Sicuri che con gli “UASTASI” al seguito i gialloblù di coach Lezzi, ci riserveranno una grande giornata di buon basket e di sano divertimento.
Appuntamento a Taranto per il 5 gennaio 2012. Palamazzola  ore 17:00.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × uno =