Sara’ dedicato a Carmelo Bene il tributo speciale della nona edizione del Festival internazionale del cinema di Tirana, in programma da lunedi’ prossimo fino al 10 dicembre. E’ quanto si apprende dall’Istuto italiano di cultura nella capitale albanese, che sta collaborando con gli organizzatori del festival

per una retrospettiva sul grande regista e attore leccese, scomparso a Roma nel 2002. La rassegna ha in programma cinque film tra i piu’ rappresentativi della “parentesi cinematografica” del regista che, tra il 1967 e il 1973, si dedico’ al grande schermo lasciando un segno indelebile nella storia della settima arte. Il primo appuntamento e’ per lunedi’ con la proiezione di Hermitage, il cortometraggio d’esordio del regista, considerato un vero e proprio manifesto della poetica di Bene. Tra gli altri titoli, Nostra Signora dei Turchi, Capricci, Don Giovanni e Salome’. L’iniziativa, spiegano dall’Istituto di cultura, vuole essere un modo per promuovere il grande cinema italiano in Albania, dove spesso le pellicole europee sono escluse dalla distribuzione a vantaggio di quelle americane. Nel programma del festival anche un omaggio a Vittorio De Seta, regista e sceneggiatore scomparso tre giorni fa a 88 anni, considerato il piu’ grande documentarista italiano. Entrambe le retrospettive saranno introdotte da Piergiorgio Giacche’.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto + diciassette =