Foto Andrea Stella”An ha sempre condotto campagne elettorali all’insegna della sobrietà, ed alla sobrietà abbiamo costantemente invitato i singoli candidati. Per la parte ed i ruoli che ho ricoperto in An, respingo fermamente ogni tentativo di offuscare l’immagine di un partito che ha fatto leva sul volontariato e lo spirito comunitario”.

Lo afferma la senatrice di Io Sud Adriana Poli Bortone (ex An) in una nota in cui fa riferimento all’inchiesta sulla realizzazione della metropolitana di superficie (Filobus) a Lecce nell’ambito della quale e’ stato arrestato per concussione Massimo Buonerba, collaboratore della senatrice quando questa era sindaco di Lecce. ”Quanto alle scelte fatte con atto monocratico (come avviene per i collaboratori di gabinetto di ogni sindaco) è evidente che esse hanno base sulla fiducia. E la fiducia – afferma ancora – è la cifra stilistica che ha connotato le mie azioni nell’ultra quarantennale, onorato, percorso politico, nonchè‚ nella quotidianità della mia vita privata, in virtù dell’educazione privata che ho ricevuto e della cultura politica di destra attenta al sociale che ho coltivato”.
”Quando scopro con certezza che la mia fiducia è stata malriposta – prosegue la nota – avverto la cosa come un tradimento e ne resto umanamente ferita. E’ già accaduto in passato”. ”Quanto al professor Buonerba che, a beneficio della memoria di qualche anonimo aennino, è stato valido collaboratore anche di altri importanti esponenti istituzionali di An – aggiunge Poli Bortone – mi auguro e ritengo che abbia tutti gli elementi utili per sostenere le sue tesi difensive a suffragio anche della fiducia che gli fu concessa”. ”Se così malauguratamente non fosse – conclude – anche in questo caso, ne dovrei trarre come conseguenza una sorta di tradimento nei miei confronti e ne sarei profondamente addolorata”.