Diffondere l’utilizzo degli strumenti informatici e delle tecnologie assistive per le persone disabili e per i loro nuclei familiari residenti nella Regione Puglia, al fine di ridurre il rischio di esclusione sociale e facilitare l’accesso ai servizi di e-goverment delle Pubbliche Amministrazioni;

favorire l’accesso alla Società dell’Informazione per i diversamente abili attraverso la creazione di centri innovativi che rappresentino occasioni di confronto e di relazione con altri soggetti. Sono gli obiettivi prioritari che si pone il progetto Inform@bile, presentato questa mattina ina una conferenza stampa alla presenza del consigliere delegato ai Servizi Sociali del Comune di Lecce, Roberto Martella, del dirigente dell’Ufficio Servizi Informativi del Comune di Lecce, Antonio Esposito e del presidente dell’Associazione Handicap e Solidarietà, Biagio Perrone.
Si tratta di un progetto – finanziato con un contributo a fondo perduto pari a 46.500 euro dalla Regione Puglia (“Area Politiche per la promozione della salute e delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche di Benessere sociale e pari Opportunità”)  – che punta all’alfabetizzazione informativa per disabili,.
Il progetto è stato realizzato dall’associazione Handicap & Solidarietà, in collaborazione con il Comune di Lecce. “Sin dal suo sorgere – afferma il presidente di Handicap & Solidarietà, Biagio Perrone – l’Associazione ha sempre perseguito la ricerca di iniziative, idonee a consentire alle persone diversamente abili di superare gli angusti limiti che la loro condizione imponeva. Tale obiettivo si poteva raggiungere anche attraverso un tipo di comunicazione resa possibile dalle moderne tecnologie.  Gli strumenti informatici consentono, infatti, a tutti coloro che li utilizzano, quindi anche ai soggetti diversamente abili,  di realizzare contatti al di fuori nel proprio ambito abituale”.
In tale direzione e con tali obiettivi  è stato redatto dall’associazione Handicap & Solidarietà,  il progetto “Inform@bile”, realizzato in collaborazione con l’ufficio Servizi Informativi del Comune di Lecce, nella sua qualità di partner istituzionale, e con l’Istituto Arti Terapie di Carmiano, nella sua qualità di partner sociale. “Questo progetto – ha spiegato il dirigente dell’Ufficio Servizi Informativi del Comune di Lecce, Antonio Esposito  – non è altro che la naturale prosecuzione di una sperimentazione già avviata con successo con l’associazione Handicap & Solidarietà e che guarda con grande attenzione all’utilizzo di innovazioni tecnologiche a favore dei diversamente abili. Continueremo a lavorare su questa strada per offrire nuove e importanti opportunità al mondo della disabilità”.
In fase di  attuazione del progetto, viene prioritariamente effettuata una accurata ed estesa ricerca di mercato per l’acquisizione degli ausili tecnologici e delle dotazioni di arredi hardware e software e di tutto ciò che occorre per allestire l’Ausilioteca al fine di supportare l’avvicinamento del disabile al mondo dell’informatica  e l’ ICT (attivazione dei processi di e-inclusion sul territorio locale).
Grazie a Inform@bile sarà possibile allestire l’ausilioteca con postazioni di lavoro ergonomiche ed accessibili, dotate di Personal computer con periferiche speciali, utili alla soddisfazione delle esigenze dell’utente disabile (tastiere braille, puntatori ergonomici, trackball, sintetizzatori vocali, ingranditori, ecc.). Infine, un’ulteriore obiettivo è legato alla possibilità di erogare corsi di formazione di alfabetizzazione informatica (utilizzo di software comuni per scrivere testi, navigare su internet e ricevere/inviare mail) al fine di generare nei disabili curiosità ed una maggiore consapevolezza delle potenzialità offerte dall’informatica e dalle nuove tecnologie.
Sul sito dell’associazione Handicap & Solidarietà (www.handicapesolidarieta.it), nella sezione progetti, è disponibile sia il progetto che lo schema di domanda di partecipazione al corso di formazione.

CONDIVIDI