Mercoledì 7 dicembre, al Cromie di Castellaneta Marina, per il Desolat showcase, insieme a Loco Dice, uno dei fondatori di questa etichetta discografica,  si esibirà Yassin Ligali Ali, in arte Yaya, artista di questa label, che nel proprio suono evidenzia il suo essere multietnico.

Sei di origini africane, sei cresciuto a Torino, vivi ad Ibiza, lavori per l’etichetta tedesca Desolat e giri il mondo per la tua attività. Ti ritieni un cosmopolita?

Diciamo anche che la mia mamma è di Taranto, i miei nonni sono spagnoli e la mia ragazza e thailandese. Quindi direi proprio di sì! Fortunatamente ho sempre avuto la possibilità di viaggiare in giro per il mondo, conoscere gente di diverse culture ed usanze. Questa è una cosa che mi ha sempre affascinato e mi ha fatto crescere molto in fretta e sicuramente continuerò a viaggiare per il resto della mia vita.

Ti sei spostato da Torino, dove eri entrato a pieno nel giro del clubbing, per andare ad Ibiza. Cosa ti ha portato a questa decisione?

La prima volta che andai ad Ibiza avevo 17 anni, doveva essere una semplice vacanza, ma alla fine mi resi conto che poteva nascere qualcosa di molto più grande. Per me era una fonte di ispirazione musicale 24 ore su 24, cosa che a Torino non riuscivo a trovare in quegli anni. Allora l’anno successivo decisi di provare a fare la mia prima stagione: iniziai subito a darmi da fare cercando di suonare nei club e negli afters e nel giro di 2 anni mi ritrovai in consolle allo Space alla serata di Carl Cox insieme agli Angels of Love. Da li iniziarono a cambiare in meglio tante cose.

Come è avvenuto l’incontro con Loco Dice e quindi il tuo ingresso nella Desolat?

Il mio primo incontro con Dice avvenne 3 anni fa. Ero in Africa, con la mia famiglia in vacanza e mi chiamò dicendomi che voleva incontrarmi perché era interessato a delle tracce mie che aveva ascoltato. Rimasi molto sorpreso da questa telefonata ma più che altro ero molto felice, pochi mesi dopo stampai il mio primo Desolat “Vecute” Ep e da li in poi continuai a lavorare con lui e tutta la crew.

Nello showcase Desolat, cosa si deve attendere il pubblico?

Il pubblico dei club vuole ballare e divertirsi, una persona lavora tutta la settimana e quando arriva il weekend deve sfogarsi e visto che a volte pagano dei prezzi d’ ingresso molto alti per una serata è giusto che un dj li sappia far ballare in modo che tornino a casa soddisfatti.

Sei un ragazzo che ha raggiunto diversi obiettivi, nella propria carriera ed ora si esibisce a fianco di artisti importanti, come Loco Dice. Cosa si prova, in questo caso, quando si ottiene ciò che si desiderava?

Quando raggiungi un obiettivo che desideri fortemente dopo diversi anni acquisisci una forza particolare e capisci che niente è impossibile, ma la cosa più bella è che credi di più in te stesso e sei molto più sicuro delle tue capacità, in ogni cosa che fai.
Intervista al dj Yaya a cura di Valter Cirillo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × due =