Prosegue a dicembre la programmazione dell’Istanbul Cafè di Squinzano (Le), uno dei più longevi e apprezzati live club del Salento, che anche quest’anno proporrà serate tra rock e reggae, metal e ska, dub ed elettronica, live e dj set.

Venerdì 16 dicembre (ingresso 3 euro entro le 00.30 – 5 euro a seguire) Streamfest, in collaborazione con Pooglia Beat Making e Sound Slices, presenta all’Istanbul Swag, una notte di live e dj set con alcuni dei migliori nomi della scena locale che, provenienti da diversi background musicali, sono accomunati da una continua ricerca sonora in sintonia con la nuova scena elettronica internazionale. In consolle si alterneranno Jay Tool, nato come Mc e Breaker per poi avvicinarsi, nel 2007, al mondo del Djing, dove colleziona numerose collaborazioni importanti con artisti del calibro di Tayone, Gruff, Skizo, Esa & Tormento, Kaos One, Moddie, Assalti Frontali e Sangue a Mostro. Negli anni il suo suono tende a spaziare nel vasto mondo della musica nera, contaminandosi sonorità Soul, Funk e Jazz, inglobando le nuove sonorità elettroniche; Blusteady Triptik, con solide radici nell’Hip Hop, Irhu, Gsq e Bonbooze hanno spostato le loro sperimentazioni verso un beatmaking evocativo, naif,allucinate, costruito sul campionamento analogico di vinili e performato dal vivo con gli Mpc. Tra i protagonisti dell’ultima edizione dello Streamfest oltre che finalisti al Puglia Beatmaking sono tra i talenti puri del nuovo suono salentino; Andrea Mi, che ama definire il suo suono “from dub to club” a raccontare la sua passione per la Bass Music in senso ampio, dalle radici analogiche alle mutazioni digitali. Da 15 anni condivide il palco con artisti come Coldcut, Lee Scratch Perry, David Rodigan, Questlove, Digital Mystikz. E’ residente dj delle storiche Vibranite all’Auditorium Flog di Firenze. Sulle frequenze di Controradio/Popolare Network conduce Mixology; Chordz, vincitore di Puglia Beatmaking 2011 è un producer e perforatore Electro & Breakbeat. Nato come polistrumentista, suona la batteria e la chitarra in varie band prima di avvicinarsi, nel 2001, alla musica elettronica. Prende parte ai principali movimenti musicali underground della scena capitolina in un lungo periodo di residenza. Il suo suono riesce a fondere electro, breakbeat e techno in un live set supergroovy.

Sabato 17 dicembre (ore 23.00) presentazione ufficiale del cd d’esordio di Lucia Manca, una cantautrice che negli ultimi anni si è ritagliata uno spazio su misura nel panorama piuttosto affollato delle nuove proposte musicali salentine.

“Lucia Manca” (Novunque/Self), prodotto artisticamente dal cantautore e chitarrista degli Amor Fou Giuliano Dottori, è un album colmo di dimensioni sonore sospese che accolgono l’originalissima vocalità di Lucia, che si muove tra melodie intrise di avvolgenti e particolareggiati effetti e delicate aperture ritmiche. Come in un intimo carillon, la musica che si dipana una volta aperto il piccolo cofanetto è dolce, sostenuta da una vivace e malinconica scrittura e da suggestioni oniriche. Storie immaginarie costruite su pensieri e desideri che s’inseguono e mutano continuamente tra sogno antico e individuale realtà, prendendo per mano l’ascoltatore e portandolo a fantasticare tra i propri ricordi. “Ho sempre pensato che i primi album fossero i più sinceri, dove l’artista non ha paura di esprimere in musica e in parole i propri pensieri – dichiara Lucia -. Tutto il disco è costantemente sospeso tra atmosfere trasognate e malinconiche ma era mia intenzione aggiungere alcuni momenti piu leggeri, piu vicini dunque alla realtà”. L’uscita dell’album è accompagnata dal primo singolo “Dea”, per cui è stato realizzato un suggestivo videoclip dal regista Gianni De Blasi. Inoltre Lucia fa parte degli artisti selezionati per la compilation “Puglia Sounds”, che è distribuita in allegato al numero di XL di novembre 2011. La cantautrice partecipa con il brano “Prova a cercarmi”, anch’esso estratto dal suo disco d’esordio.

 

Lucia Manca è una giovane cantautrice pugliese. Raffinata, dotata di una scrittura elegante e profonda, compone parole intrise di forza immaginativa, espressione senza limiti di tempo e spazio. La sua musica risente della poetica delle piu note canzoni d’autore insieme al folk, al pop e al rock. Nel 2007 da’ alla luce il suo primo ep “Sospesa”, cui segue un’intensa attivita’ live, ottenendo buoni consensi di pubblico e critica. Un suo brano scritto con Gianluca De Rubertis (Il Genio) è inserito ne “I Prepotenti”, primo titolo della collana di albi illustrati TrentatrèperTrentatrè, pubblicata da Lupo editore. Nel 2010 ha presentato il suo spettacolo in anteprima a Puglia Sounds, il programma regionale di residenza artistica che promuove la produzione di spettacoli in Puglia.