Per la Stagione di Balletto è il momento de “La bella addormentata”, la storia ormai conosciuta in tutto il mondo da grandi e piccini musicata da Piotr Cajkovskij e nata dalla penna di Charles Perrault, che a sua volta si è ispirato al napoletano Gianbattista Basile e alla sua addormentata nel meridione d’Italia.

Non è un caso quindi, che la scelta del luogo in cui è ambientata la favola coreografata da Fredy Franzutti con il suo Balletto del Sud, sia qui nel Salento. Una favola italiana insomma, ambientata a cavallo tra le due guerre mondiali, con una principessa che invece di toccare un fuso, viene punta da una tarantola e cade addormentata per 60 anni, per poi svegliarsi nei giorni nostri, grazie al bacio di un antropologo studioso del tarantismo.

Favola e realtà quindi che si mischiano nel balletto in tre atti che debutterà al teatro Politeama Greco di Lecce, venerdì 9 dicembre alle 21.00 e sarà in scena anche sabato 10 (sempre alle 21.00) e domenica 11 (alle ore 18.00). Le musiche non potevano che essere quelle dell’orchestra della fondazione ICO Tito Schipa diretta da Marcello Panni.

“Le musiche sono molto difficili per l’orchestra,” ammette il maestro Panni, “ma sono soddisfatto del lavoro che è stato fatto. E poi sono conosciute da tutti, perché sono le stesse del film della Disney per bambini. La collaborazione con Fredy Franzutti si replica ed è come sempre graditissima, perché è una collaborazione vera con una produzione degna di lode da parte del Balletto del Sud.”

La Fondazione ICO e il Balletto del Sud, vantano infatti un proficuo sostegno dal 1997 e questo appuntamento, va ad impreziosire maggiormente la stagione del balletto, già iniziata ad ottobre con “Mozart” e proseguita a novembre con “Carmen”. Questa volta è la favola la vera protagonista, che ci fa sognare e dimenticare i guai del quotidiano.

E a rendere ancora più magico questo spettacolo, c’è il maestro Lindsay Kemp, famosissimo coreografo e ballerino britannico che impersonerà la strega Carabosse. “Sono felice di essere a Lecce, che è una delle mie città preferite!” afferma il Maestro Kemp. “E sono felice di poter lavorare con il Marcello Panni, una collaborazione per cui speravo tantissimo. Panni e Cajkovskij vanno molto bene assieme.”

Assieme a lui, gli altri protagonisti: Elena Marzano, che interpreterà Aurora, la bella principessa mediterranea, Carlos Montalvan che sarà Ernesto, l’antropologo che la sveglierà con il bacio; Nikolina Karageorgieva sarà invece la Fata Lilla, una zingarella che aiuterà la giovane protagonista; Byliana Dyakova sarà Silvia, la madre di Aurora. E per il ruolo del padre, il primo ballerino del Balletto del Sud, Alessandro De Ceglia.

Il costo dei biglietti sarà di 20 euro per le poltronissime (ridotto 15 E) e di 15 euro (ridotto 10 E) per le poltrone.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 3 =