Riconosce la collana della madre rubata nei primi giorni del mese di dicembre, e mostra alla polizia le foto del matrimonio del 1966, dove la madre indossava la collana, per ottenerne la restituzione.

La vicenda è iniziata qualche giorno fa, quando gli agenti delle “Volanti” della Questura di Lecce, sequestravano a T.U., cittadino Albanese, regolarmente dimorante nella zona di Poggiardo, alcuni ori “sospetti”.

Tra i preziosi sequestrati, spiccava una collana di pregevole fattura, di foggia antica, ed un anello nuziale con all’interno impresso il nome della proprietaria, M. Giuseppa.

E questa mattina, presso la Sezione Volanti, si è presentata una famiglia di VignaCastrisi, che aveva subito un furto all’interno della propria abitazione.

L’anello è risultato essere di proprietà della Signora Maria Giuseppa, e la collana è risultata essere di proprietà della mamma della donna.

La signora, per dimostrare la titolarità dei beni trafugati, ha esibito anche alcune foto del suo matrimonio, svoltosi il 26 di febbraio del 1966, nelle quali indossa la collana sequestrata.

La denuncia del furto era stata sporta nei primi giorni del mese di dicembre presso la Stazione Carabinieri di Poggiardo, e comprendeva tutti gli oggetti rinvenuti nel possesso del cittadino Albanese, che è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in quanto resosi responsabile del reato di “Ricettazione”.

Gli oggetti saranno restituiti quanto prima alla signora Maria Giuseppa.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =