Foto Antonio CastelluzzoMomenti di tensione, nella serata di ieri, in via Trinchese, angolo Piazza Sant’ Oronzo. In 6 si sono azzuffati per il posto della bancarella di crepes. Sono volati calci e pugni. Se le sono date senza nemmeno curarsi che la sera verso le 9 in via Trinchese c’è ancora tanta gente.

Qualcuno però ha chiamato la polizia. E all’arrivo della volante, gli agenti hanno trovato una donna per terra colta da malore ed un gruppo di persone  che urlavano e si strattonavano. Immediatamente interveniva il personale del 118 che accompagnava presso l’ Ospedale di Lecce la donna  ed un ragazzo, anch’esso coinvolto nella rissa, che accusava un forte dolore alla testa, mentre un terzo uomo,  con delle vistose contusioni alla tempia rifiutava le cure.

Riportata la situazione alla calma, gli agenti accertavano che la violenta lite era scoppiata tra due titolari di un’attività ambulante di vendita crepes per motivi di spazio, poiché a dire di uno dei due, l’altro si era posizionato con la propria bancarella troppo vicino alla sua.

Stando alla ricostruzione degli agenti, alla rissa hanno partecipato la titolare di una bancarella C.C. 33enne leccese , A.D. un 31enne albanese, C.F. una 32enne leccese, ed il titolare dell’altro esercizio Q.M. 38enne nato in Germania e R.E. una 33enne nata in Germania .

Al termine degli accertamenti C.C, A.D., R.E e Q.M sono stati denunciati in stato di libertà per rissa aggravata.

Sono stati denunciati anche la donna accompagnata in ospedale, riscontrata affetta da lesioni lievi, mentre non era possibile procedere alla notifica del provvedimento a carico di A.B 34enne che era anch’egli stato accompagnato in ospedale, in quanto ancora in stato di semicoscienza.

 

CONDIVIDI