Nel primo pomeriggio di oggi, i carabinieri di Lecce, nel corso di un mirato servizio di controllo per il contrasto alla vendita illecita di materiale esplosivo pirotecnico hanno denunciato a piede libero D.G., 27enne, noto titolare del chiosco “D&G” nella centralissima via Trinchese, a Lecce.

Complessivamente sono stati sequestrati ben 61 kg di “botti proibiti” potenzialmente pericolosi, venduti fuori dalle regole a due passi da Piazza Mazzini e Piazza Sant’Oronzo. L’esplosivo, di cui è infatti vietata la libera vendita senza la prescritta licenza del Prefetto e senza la regolare tenuta di un registro, veniva proposto e ceduto “sottobanco” unitamente agli altri giochi pirotecnici venduti regolarmente per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. I militari hanno scovato razzi e petardi vietati ben nascosti in una cassetta della corrente elettrica posta sul retro della bottega, ad un metro di distanza da una giostra per bambini.

Insospettiti, hanno esteso la perquisizione all’autovettura personale del titolare scovandovi altro ingente quantitativo di esplosivo pirotecnico, celato ai controlli delle forze dell’ordine. Infine si sono recati presso l’abitazione del commerciante dove hanno rinvenuto ulteriore materiale proibito.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + 11 =