Foto Andrea Stella“Aderisco alla manifestazione dei sindaci a Roma per difendere il Salento e la Puglia. Credo, infatti, che sul trasporto ferroviario si giochi una gran parte delle possibilità di collegamento del nostro Paese. – la vicepresidente della Regione Puglia Loredana Capone

insiste sulla necessità di fare fronte comune al fianco dei sindaci del territorio che manifesteranno domani davanti alla sede del Ministero delle Infrastrutture e della Rete ferroviaria italiana per chiedere a Trenitalia un ripensamento sui tagli alle tratte ferroviarie pugliesi.
“E’ fondamentale che si intervenga per impedire l’allargamento del divario tra Nord e Sud, affinché  non si aggiunga al gap di non avere l’alta velocità e l’alta capacità quello di non avere neppure i treni di notte che collegano Lecce a Milano e Torino. Abbiamo fatto il sit-in vicino alla stazione con le forze sindacali, ho scritto all’Amministratore delegato di Trenitalia, Mauro Moretti chiedendo che ci ripensasse: il Salento e Lecce non possono essere tagliati fuori. Il trasporto è importantissimo e quello ferroviario aiuta soprattutto gli studenti, i lavoratori e coloro i quali hanno bisogno di raggiungere a poco prezzo ogni località dell’Italia – continua la Vicepresidente Capone – Mauro Moretti ha risposto  presentando un progetto alternativo e ha aggiunto due Frecce bianche. Tuttavia, rimane il problema della mancanza di treni notturni che ricade sulle spalle anche dei vagonisti che hanno perso il posto di lavoro a causa dei tagli sulle tratte: sono 40 quelli salentini, 93 in tutta la regione.
Proprio per tutelare le esigenze di pendolari e lavoratori- conclude Loredana Capone-  sarà importante sostenere l’azione dei sindaci nella manifestazione di domani a Roma.”   

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque − 4 =