Per il terzo anno consecutivo il settore Pubblica Istruzione del Comune di Lecce realizza, nella scuola comunale dell’infanzia “Topolino” di via Marugi, la manifestazione “Magicamente insieme per vivere il Natale” che vede coinvolti  tutti i bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni.

Sabato 17 dicembre e domenica 18 dicembre, dalle ore 16 alle ore 19, la scuola si trasformerà in angoli suggestivi della nostra città dove si rivive l’atmosfera natalizia di un tempo.
All’iniziativa saranno presenti il sindaco Paolo Perrone, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Fulvio Lecciso e la dirigente del settore Pubblica Istruzione Annamaria Perulli.
Lungo un percorso guidato si susseguiranno diverse scene del Presepe che propongono momenti di antica vita quotidiana, sia cittadina che contadina, con  la bottega del cestaio, dell’arrotino, del barbiere, del fioraio, del fornaio, la venditrice di cotognata leccese, la locanda, il mercato coperto, il caldarrostaio, le lavandaie, le sarte, le ricamatrici e, al culmine dell’itinerario, ci sarà la grotta.
Il Presepe è allietato dalle voci del coro dei bambini della scuola dell’infanzia comunale “Istituto Saraceno”, dal coro dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado  “Dante Alighieri”, diretto dalla professoressa Anna Ciaccia e dal dolce e melodioso suono delle zampogne degli “Zampognari del Gargano”.
In questa rappresentazione i bambini interpretano, con spontaneità, un  importante ruolo, sotto la guida sapiente delle docenti di sezione e i  genitori collaborano con entusiasmo e con la consueta generosità per la perfetta riuscita dell’iniziativa. 
“Costruire con loro un Presepe, in cui ciascuno è protagonista – afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione, Fulvio Lecciso – non è solo voler attuare un’operazione artistica che chiama in causa creatività e abilità manuali ma, è soprattutto un’occasione di riflessione e di ricerca in quanto, i personaggi della Natività non sono fantastici e rievocarli attraverso la rappresentazione è un’esperienza che aiuta grandi e piccini a riscoprire il senso vero del Natale della nostra tradizione”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici + 8 =